Luciano Hellies uccide la moglie Ignazia Tumatis a coltellate: “Mi ha riso in faccia e non ci ho visto più”



Un tragico femminicidio si è consumato a Cagliari. Luciano Hellies, 77 anni, ha ucciso a coltellate la moglie Ignazia Tumatis, 59 anni, dichiarando agli agenti: «Mi ha riso in faccia e non ci ho visto più». La scena del delitto era agghiacciante: Hellies è stato trovato immobile nella cucina della sua abitazione, mentre il corpo della moglie giaceva in una pozza di sangue poco distante. L’omicidio è avvenuto poco dopo le 23, subito dopo il rientro a casa della donna dalla partita di calcio Italia-Spagna.



Ignazia Tumatis uccisa, il dramma

La coppia viveva separata in casa da circa due anni, dormendo in stanze diverse ma condividendo i pasti. La sera del delitto, Hellies avrebbe contestato alla moglie l’ennesimo ritardo, dando il via a una lite furibonda. In preda alla rabbia, l’uomo ha impugnato un grosso coltello da cucina, colpendo la moglie con almeno nove fendenti. Successivamente, ha chiamato una delle loro quattro figlie, confessando l’omicidio: «Ho ucciso la mamma».

La tragedia si è svolta in una palazzina nel quartiere San Michele. Gli agenti della squadra volante della questura e i soccorritori del 118 sono arrivati sul posto immediatamente. Hellies, ancora sotto shock e con i vestiti sporchi di sangue, è stato bloccato dai poliziotti. I medici hanno tentato di rianimare Ignazia Tumatis, ma senza successo. Sono poi intervenuti gli investigatori della squadra mobile, il medico legale e la pm Diana Lecca. Durante il trasporto in questura, Hellies è riuscito a dire solo poche parole: «Mi ha riso in faccia e non ci ho visto più».

Altri casi di violenza domestica

Questo drammatico episodio si inserisce in un contesto più ampio di violenza domestica che continua a emergere in Italia. Solo pochi giorni prima, a Monza, un uomo aveva accoltellato la moglie e il figlio, entrambi ricoverati in gravi condizioni. Un altro caso a Cecchina ha visto Antonio e Margherita, entrambi malati di cancro, concludere la loro vita in un tragico omicidio-suicidio.

La violenza domestica rimane una piaga sociale che richiede un’attenzione costante e interventi decisi. Il femminicidio di Ignazia Tumatis per mano del marito Luciano Hellies è un doloroso promemoria della necessità di affrontare con urgenza questa emergenza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *