Roma: scoperto feto nel freezer nella zona Borghesiana, denunciata coppia per occultamento di cadavere



In una tranquilla abitazione della zona Borghesiana a Roma, gli agenti di polizia hanno fatto una scoperta sconvolgente: un feto conservato all’interno di un freezer. La coppia residente nell’appartamento è ora al centro delle indagini condotte dagli agenti del distretto Casilino. Attualmente, l’indagine si orienta verso l’ipotesi di una tragedia familiare avvenuta nell’intimità domestica.



Questo inquietante ritrovamento è emerso in seguito a una segnalazione proveniente dal policlinico Casilino, dove una donna si era recata al pronto soccorso a causa di una grave emorragia. La paziente affermava di ignorare le cause del suo stato, ma l’esame medico ha rivelato che l’emorragia era il risultato di un aborto o di un parto prematuro.

Durante l’ispezione dell’abitazione, gli agenti di polizia hanno scoperto il feto, che aveva un’età gestazionale di circa quattro mesi e misurava intorno ai 30 centimetri, celato all’interno del freezer. La coppia, di origine romena, è stata accusata di occultamento di cadavere, un reato che ora li pone di fronte alla giustizia per chiarire le circostanze che hanno portato a questo tragico epilogo.

Il caso ha immediatamente attirato l’attenzione delle autorità e della comunità, ponendo interrogativi sulle dinamiche familiari e sui fattori che hanno potuto contribuire a tale gesto disperato. Mentre le indagini continuano per far luce su questa dolorosa vicenda, la comunità rimane sospesa in attesa di risposte, sperando che la giustizia possa fare chiarezza e fornire il supporto necessario a chi è coinvolto in questo drammatico evento.



Lascia un commento