Taiwan scossa da terremoto 7.4, allarme tsunami attivato: feriti superano quota 50



In un’impressionante manifestazione della forza della natura, Taiwan è stata colpita da due potenti terremoti in rapida successione. L’evento sismico principale, di magnitudo 7.4, è stato rilevato a soli 18 km a sud-est di Hualien City, posizionandosi a una profondità di 34,8 km. Questo evento è stato seguito da un altro significativo sisma, di magnitudo 6.5, localizzato a breve distanza a nord della prima scossa, precisamente a 11 km a nord-est di Hualien City, con una profondità di 11,8 km.



L’Istituto Geofisico Statunitense (USGS) ha confermato entrambi gli eventi, segnalando la loro notevole intensità e la vicinanza alla superficie, elementi che spesso risultano in danni significativi a edifici e infrastrutture. La proximità di entrambi gli epicentri a Hualien City sottolinea ulteriormente la potenziale gravità dell’impatto su questa area densamente popolata.

La risposta internazionale non si è fatta attendere, con il Sistema di Allarme Tsunami degli Stati Uniti che ha emesso un’allerta tsunami in risposta al terremoto di magnitudo 7.4. Questa mossa precauzionale evidenzia le preoccupazioni per le ondate di mare potenzialmente devastanti che possono seguire terremoti di tale magnitudo, soprattutto quando localizzati sotto il livello del mare.

La situazione geografica di Taiwan, situata lungo il Pacific Ring of Fire, la rende particolarmente suscettibile a eventi sismici di questa natura. La regione è famosa per la sua attività vulcanica e sismica, facendo dei terremoti una preoccupazione costante per i residenti e le autorità di emergenza. La doppia scossa di oggi serve da crudo promemoria della volatile geologia dell’isola e della necessità di preparazione e resilienza di fronte a tali disastri naturali.

Le autorità locali e internazionali stanno monitorando attentamente la situazione, pronte a intervenire con misure di soccorso e evacuazione se necessario. Al momento, le comunicazioni con le aree più colpite sono di cruciale importanza, così come lo è il supporto alle infrastrutture critiche, per garantire che l’aiuto possa raggiungere coloro che ne hanno più bisogno.

Questo evento sismico mette in evidenza l’importanza della preparazione alle emergenze e della costruzione di edifici in grado di resistere a tali forze. Gli sforzi continui per migliorare i sistemi di allarme precoce e le pratiche di costruzione potrebbero fare la differenza nella minimizzazione dei danni e nella salvaguardia delle vite umane in futuro.



Lascia un commento