Tragedia in famiglia: Gianni Dughetti uccide sua madre e poi si toglie la vita



Una tragedia senza precedenti ha scosso la tranquilla provincia di Reggio Emilia, quando Gianni Dughetti, 66 anni, ha compiuto un gesto scioccante uccidendo sua madre, Silvana Bucci, 84 anni, prima di togliersi la vita gettandosi in un burrone nell’Appennino emiliano. Questo drammatico atto ha avuto luogo nel piccolo centro di Cervarezza, lasciando la comunità locale sgomenta di fronte alle inattese e tragiche conseguenze.



Le autorità hanno rinvenuto diversi biglietti nella dimora condivisa da madre e figlio, in cui Gianni Dughetti esprimeva il suo profondo disagio. “Si tratta di diversi scritti disseminati nei luoghi a sua disposizione”, ha affermato il procuratore capo di Reggio Emilia, Calogero Gaetano Paci, sottolineando che questi messaggi rivelano la volontà di Dughetti di porre fine alle proprie sofferenze e a quelle della madre.

L’indagine ha rivelato che la signora Silvana Bucci stava affrontando gravi problemi di salute, complicati da un incidente stradale che le impediva di muoversi autonomamente. Questa situazione potrebbe aver contribuito alla crescente difficoltà di Gianni Dughetti nel prendersi cura di lei, portando alla tragica decisione.

Il sindaco di Ventasso, Enrico Ferretti, ha espresso il suo dolore dichiarando: “L’augurio è che nessuno si erga a giudice di quanto è successo. Questa è una tragedia che spezza il cuore di una comunità. L’unica cosa da fare ora è chiudersi in un rispettoso silenzio.” Le sue parole riflettono il sentimento di una comunità scossa dalla solitudine e dalla disperazione.

Gianni Dughetti, ex imprenditore edile rispettato nella comunità, fondatore della LG Competition, ora dedicata solo al basket, e allenatore di volley, era conosciuto per la sua personalità solare. Il sindaco di Ventasso ha descritto Dughetti come “una persona buona e solare che ha donato gioia e amore alla sua famiglia e alla comunità in cui operava”, chiedendo rispetto per la famiglia colpita dalla tragedia.

La scomparsa di Gianni Dughetti e di sua madre lascia un vuoto nella comunità di Cervarezza. Le salme si trovano attualmente all’istituto di medicina legale di Modena, in attesa del nulla osta per i funerali. Questo evento tragico non solo ha spezzato due vite, ma ha anche lasciato un segno indelebile sulla comunità di Ventasso e sull’intera provincia di Reggio Emilia.

Domande e Risposte:

Quali sono le circostanze che hanno portato a questo tragico evento?

La madre di Gianni Dughetti stava affrontando gravi problemi di salute, complicati da un incidente stradale.

Chi era Gianni Dughetti nella comunità di Cervarezza?

Gianni Dughetti era un ex imprenditore edile rispettato, fondatore della LG Competition e allenatore di volley, noto per la sua personalità solare e per aver contribuito alla comunità.

Come ha reagito la comunità di Ventasso di fronte a questa tragedia?

Il sindaco di Ventasso ha esortato alla compassione e ha chiesto un rispettoso silenzio, riflettendo il dolore e lo sgomento della comunità.



Lascia un commento