Bergamo, bambina di 14 mesi azzannata dal cane di famiglia: gravi le sue condizioni

Una volta una bambina di 14 mesi è stata azzannata alla testa dal cane di famiglia a Bergamo. Il fatto è accaduto la scorsa domenica sera nell’abitazione dei genitori, quando la piccola di soli 14 mesi è stata aggredita e azzannata dal cane di famiglia di nome Leone ovvero un incrocio tra un Boxer e un pastore tedesco. La bambina è stata immediatamente trasportata in ospedale e sottoposta ad un intervento alla testa e al momento si trova sedata in terapia intensiva presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII e la prognosi resta riservata. Le condizioni di salute della bambina Dunque sono molto gravi e disperate e per questo motivo la sua prognosi è ancora riservata. L’aggressione è avvenuta nella casa della famiglia della piccola di origine boliviana sita in via Ventura a Bergamo e pare si sia trattata di una aggressione avvenuta all’improvviso.

Mentre la bambina stava giocando, il cane le avrebbe afferrato la testa senza più staccarla. Intervenuti immediatamente il padre della bambina e due amici che si trovavano a cena da loro, i quali hanno tentato di strappare la piccola dalle grinfie del cane. Il padre della bambina ha immediatamente chiamato i soccorsi che sono giunti sul posto dell’incidente nel giro di pochi minuti. Sul posto è arrivato il personale del 118 che ha provveduto a trasferire la bambina in ospedale dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. La piccola è stata sedata e ricoverato presso il reparto di terapia intensiva in prognosi riservata mentre il padre è stato denunciato dai carabinieri di Bergamo per lesioni colpose.

Sarà Dunque la magistratura a verificare l’eventuale negligenza o colpevolezza del padre nel caso di specie, mentre il cane è stato preso in consegna dai veterinari della città e nei prossimi giorni verrà soppresso. Sulla tragedia è intervenuto anche il Codacons che ha posto l’attenzione dei cani aggressivi proponendo l’istituzione di un patentino obbligatorio per tutti quelli che posseggono queste razze di cani e ha lanciato un appello direttamente al Presidente del Consiglio dei Ministri Gentiloni, affinché lo possa istituire. Questa proposta sembra abbia già riscontrato pareri favorevoli Negli scorsi mesi, soprattutto tra tantissimi genitori con figli molto piccoli. Adesso bisognerà attendere e capire se l’appello lanciato dal Codacons per la difesa dei consumatori verrà ascoltato dal governo.

“La questione dei cani aggressivi e potenzialmente pericolosi per la salute dell’uomo deve essere affrontata una volta per tutte. Al di là del caso specifico e delle dinamiche che hanno causato l’ aggressione, è indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolosi per l’ uomo, per tale motivo auspichiamo presto l’ istituzione di un patentino obbligatorio per i possessori di queste razze. A tal fine il Codacons interpella l’attuale presidente del Consiglio dei Ministri, onorevole Gentiloni, insistendo affinché si istituisca il patentino obbligatorio per le razze pericolose per l’uomo”, scrive il Codacons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *