Press "Enter" to skip to content

Dimissioni Volontarie, dal 2 gennaio c’è l’App su smartphone

Se è vero che è sempre più difficile entrare nel mondo del lavoro è altrettanto vero che uscirne è facilissimo. Dal 2 gennaio scorso, infatti, basta lo smartphone per rappresentare alla propria amministrazione la volontà di procedere con le dimissioni.

Da qualche giorno, infatti, è disponibile l’App “Dimissioni Volontarie” che consente di adempiere velocemente a tutte le pratiche burocratiche che, un tempo, rendevano necessario passare da un ufficio all’altro. La novità è stata annunciata dal Ministero del Lavoro, come si legge su italyjournal.it in un articolo dal titolo “Dimissioni volontarie: ora c’è l’app del ministero del Lavoro”.

L’App predisposta dal Ministero affianca la procedura automatizzata già attiva presso il patronato; procedura prevista al momento dell’introduzione del Jobs Act per combattere il fenomeno delle “dimissioni in bianco”.

Giova sottolineare che, dal momento dell’invio del messaggio via “Dimissioni Volontarie”, si hanno sette giorni di tempo a disposizione per ripensarci.