Gonfia i palloncini per il compleanno del figlio, inala il gas e rimane paralizzata

E’ davvero incredibile quanto accaduto ad una giovane donna di 24 anni, la quale pare sia rimasta completamente paralizzata dopo aver gonfiato dei palloncini per la festa del figlio. La protagonista di questa incredibile vicenda è una ragazza di 24 anni inglese, la quale pare non sia più neanche in grado di camminare dopo avere contratto una malattia provocata dalla mancanza della vitamina B12, che purtroppo le ha danneggiato la spina dorsale. Il tutto sarebbe iniziato proprio mentre e gonfiava i palloncini per la festa di compleanno del figlio, avendo inalato il protossido di azoto. La donna di nome Olivia Goulding originale di Bristol e nel Regno Unito pare stesse ultimando i preparativi per la festa del figlio Parker di 3 anni, quando è rimasta paralizzata dal petto in giù, dopo aver inalato dell’ossido di azoto mentre gonfiava i palloncini.

I danni causati proprio dall’inalazione del gas sono apparsi effettivamente la mattina seguente, quando appena alzata non riusciva nemmeno a muoversi tanto da aver dovuto chiedere aiuto al suo bambino. I medici gli hanno spiegato che avrebbe dovuto sottoporsi ad un lungo periodo di riabilitazione per imparare di nuovo a camminare visto che il protossido di azoto inalato e aveva innescato la malattia di Lichtheim, che purtroppo causa la degenerazione del midollo spinale. “Circa un mese fa stavo gonfiando dei palloncini e ho sentito come degli aghi sul collo e sulla schiena, poi ho percepito che il mio corpo si intorpidiva” ha raccontato la 24 enne al Daily Mail. La stessa poi ha aggiunto: “Ma non potevo mai immaginare che fossero i palloncini, quindi ho continuato a gonfiarli. Un giorno stavo camminando nel parco con mio figlio, il giorno dopo non potevo muovermi“.

È stata così ricoverata in ospedale dove gli esami ai quali poi stata sottoposta, hanno rivelato purtroppo dei danni al midollo spinale. Si pensa che questa malattia ha fatta la comparsa quando il protossido di azoto va ad impoverire il corpo della vitamina B12, danneggiando così gran parte dell’organismo che va a Proteggere le fibre nervose nelle midollo spinale che controllano le sensazioni e il movimento.

Olivia si è dovuta così sottoporre a delle terapie e ad un percorso di riabilitazione e proprio adesso pare riceva iniezioni di vitamina B12, sperando che si possa riprendere completamente. “Sono arrivata fare fino a 12 passi con l’aiuto di fisioterapisti, ma dovrò trascorrere molto tempo in ospedale per la riabilitazione” ammette. “Non posso neanche mettere le scarpe al mio Parker e fare un sacco di altre cose per lui. Tutto ciò mi spezza il cuore. Mio figlio vuole che giochi con lui e io non posso farlo, non posso sentire le mie gambe, tutto il mio corpo si contrae” dice affranta Olivia.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *