La madre dice alla figlia di non salutare lo ‘sporco motociclista’ – la risposta di lui fa il giro del mondo

Non bisognerebbe mai giudicare un libro dalla copertina, un modo di dire che molti conoscono ma che solo pochi rispettano. Come la mamma protagonista di questa storia, per fortuna ha imparato la lezione a sue spese.

Il motociclista Luc Perreault stava provando la nuova moto della madre. Ad un certo punto ha deciso di fermarsi nel ristorante Tim Horton per una pausa. Quando ha parcheggiato la moto, una bambina piccola gli ha fatto un cenno con la mano. Luc, padre di famiglia, ha ricambiato il saluto. Tuttavia, la mamma della piccola l’ha trascinata via dicendole: “non si salutano i motociclisti sporchi”.

Luc, turbato dal commento della donna, ha deciso di scrivere un messaggio su Facebook. Il suo post è stato apprezzato da milioni di persone, leggetelo anche voi e capirete subito perché!

“Alla famiglia che oggi era da Tim Horton, sì sono un omone di 130 kg, guido una moto e sono pieno di tatuaggi.

Sono rumoroso, impreco e ho l’aspetto di uno che vi farebbe a pezzi se solo provate a guardarmi storto. Ma non sapete che sono sposato da undici anni, che i miei figli mi chiamano ‘papà’, che ho una laurea e che mia madre è orgogliosa di me. Infatti dice a tutti che è felice di avere un figlio come me, anche i miei nipoti sono contenti di incontrare lo zio Luc.

Quando mia figlia si è rotta il braccio, ho pianto più di lei. Leggo libri, aiuto le persone e ho pianto guardando Armageddon… Quindi, la prossima volta che saluto tua figlia e tu la prendi per un braccio dicendole:

“No, tesoro, non parliamo con i motociclisti sporchi”,

Ricorda, anche se ferisci i miei sentimenti, questo sporco motociclista sarà il primo a correre nella tua casa in fiamme per salvare il pesciolino rosso di tua figlia!!”

Il messaggio di Luc ha fatto il giro del mondo, ottenendo più di 4000 condivisioni in pochissimo tempo. Non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina, un cane dal pelo, etc. Potremmo andare avanti all’infinito per riassumere il pensiero di Luc.

Siamo felici che il suo post si sia diffuso a macchia d’olio, la prossima volta ci penseranno due volte prima di giudicarlo.

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *