La mamma dell’automobilista ubriaca fa infuriare la corte – la condanna del giudice fa il giro del mondo

In tribunale Amanda ha ammesso di aver guidato in stato di ebrezza, provocando la morte di un uomo. Ma quando la mamma di Amanda è scoppiata a ridere, la storia ha preso una piega inaspettata.

Chi guida ubriaco non mette a rischio solo la sua vita, ma anche quella degli altri. Non bisogna mai guidare dopo aver bevuto, mai. Nel giugno 2016, Jerome Zirker e la sua fidanzata, Brittany Johnson, sono stati investiti da un’automobilista ubriaca, riporta CBS News.

Brittney ne è uscita quasi illesa, ma Jerome ha perso la vita nell’incidente. Per fortuna i cinque figli della coppia non erano con loro quel giorno, erano rimasti a casa con la nonna.

In tribunale, Amanda Kosal, la 25enne che ha investito la coppia, ha ammesso le sue colpe. Tuttavia, la reazione della mamma di Amanda ha sconvolto la corte, soprattutto la giudice QIana Lillard.

Mentre i familiari di Brittany leggevano una dichiarazione in cui esprimevano tutto il dolore per la perdita di James, la mamma di Amanda e alcuni parenti sono scoppiati a ridere.

Il giudice ha cambiato la sentenza

La giudice si è rivolta a un parente di Amanda che rideva:

“Mentre la sorella del signor Zirker parlava, quel pagliaccio – sì, lo chiamerò proprio così – rideva”.

Ma la storia non finisce qui. Ad un certo punto, il giudice si è rivolto alla madre di Amanda:

“Anche lei se ne può andare, perché se non sa come comportarsi, può anche andare in prigione. Questo è un tribunale. Stiamo parlando di cose serie. Capisco che sia arrabbiata perché un vostro familiare finirà in prigione, ma sapete una cosa? Lei andrà in prigione per una sua personale decisione”.

“Queste persone stanno piangendo la perdita di una persona cara e voi credete che sia tutto uno scherzo. Non nella corte 502. Non oggi, né in qualsiasi altro giorno”.

Qiana ha condannato la madre di Amanda a 93 giorni di prigione, mentre la ragazza rischia dai 3 ai 15 anni di carcere.

Secondo CBS News, la madre di Amanda sembra aver imparato la lezione. Il giorno seguente, si è scusata con il giudice Qiana per il suo comportamento e la sua condanna è stata ridotta a un giorno.

La sentenza è stata filmata e pubblicata su Facebook. Il video ha fatto il giro del mondo e Qiana è stata acclamata da tutti.

“Grazie a tutti coloro che hanno visitato la pagina. Mi sento onorata perchè ho il privilegio di servire i cittadini di Wayne County” ha risposto Qiana.

Reagire in quel modo davanti a una persona che soffre. È irrispettoso!

Amanda e sua madre hanno ricevuto la punizione che meritavano, che ne pensate?

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *