L’inquietante messaggio su Facebook di Giulia (32), trovata morta in casa dalla mamma. Gli amici non si danno pace

Un risveglio drammatico in Laguna. Una famiglia distrutta e lacerata dal dolore per la perdita improvvisa: nessun campanello d’allarme che lasciasse presagire al peggio. Quando una signora, insegnante in pensione, è entrata nella camera della figlia la tragica scoperta: Giulia Battistetti, 32 anni, commessa veneziana molto conosciuta in città è morta fra le mura domestiche nell’abitazione che condivideva con i genitori nel sestiere di Castello a Venezia. Giulia aveva una grandissima passione per gli animali, soprattutto per i cavalli. Due anni fa la famiglia era stata colpita da un altro gravissimo lutto, quando il padre di Giulia e della sorella, impiegato amministrativo dell’ospedale Santi Giovanni e Paolo di Venezia, era morto. Oggi il mondo del web piange una ragazza che viene descritta come solare e bellissima. È Fabio Prizzon, uno degli amministratori del gruppo Facebook ‘Sciopero dell’abbonamento Actv!!!’, dove si raccolgono le lamentele degli utenti del servizio di trasporto pubblico in laguna e terraferma di Venezia, a ricordare la giovane

“Il 17 luglio 2018 Giulia pubblicò nel nostro gruppo dei ringraziamenti rivolti verso il personale actv di bordo della linea 5.2, perché ebbe un malore e venne prontamente soccorsa”. La giovane, infatti, era salita sulla sul vaporetto alla Biennale e si era sentita male all’altezza dell’imbarcadero di piazzale Roma. Aveva sentito il bisogno di ringraziare il comandante e la marinaia che l’avevano salvata. ‘Siete stati dei tesori’, aveva scritto.

Nell’ultimo post pubblico su Facebook risalente allo scorso 4 giugno un messaggio per ricordare il suo cavallo Salvador, scomparso lo scorso marzo dopo una malattia. I versi di un testo di Henry Scott Holland che appaiono profetici: “La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora”. La sua improvvisa scomparsa ha segnato molte persone, in primis la madre e i familiari. La commozione e l’incredulità si sono diffuse rapidamente anche sui social.

La giovane, descritta come una persona sensibile di natura, preferiva trascorrere più tempo con gli animali. Secondo la madre considerava questi una specie più pura, anche in virtù delle delusioni patite nel corso del tempo proprio a causa delle persone. Riservata e un po’ malinconica, sapeva comunque trasmettere una grande allegria nelle persone che la circondavano. I funerali saranno celebrati giovedì alle 11, al cimitero di San Michele, a Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.