Pensioni e invalidità 2018: tutti gli aumenti in vigore dal 3 gennaio

I cittadini con diritto a pensione di invalidità e di accompagnamento hanno avuto in genere un aumento dell’importo mensile di circa l’1,1%. Tuttavia, nel mese di gennaio 2018 e di febbraio 2018 si troveranno una trattenuta indicata dalla formula: “differenza non imponibile prq 2015“.

E’ una trattenuta dovuta al conguaglio negativo di perequazione che riguarda l’anno 2015 ed è determinata dalla percentuale di variazione delle rivalutazioni delle pensioni erogate nell’anno 2015. Detto in parole povere, si tratta del differenziale tra il tasso provvisorio che inizialmente fu determinato nello 0,3%, e quello effettivo dello 0,2%. Il recupero è, dunque pari allo 0,1% della pensione annua lorda e con un addebito nella pensione di gennaio e febbraio 2018.

La legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018) ha modificato l’art. Questo scarto dello 0,1% è proprio quanto verrà trattenuto nelle pensioni di gennaio.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.