Pensioni, Quota 100 si farà subito parola del Ministro Di Maio

Sul tema  pensioni emergono notizie rassicuranti da parte del ministro del lavoro Luigi Di Maio e più nello specifico sulla misura più chiacchierata di queste ultime settimane, ovvero su Quota 100. Secondo quanto riferito dallo stesso di Maio, sembra che Quota 100 nonostante lo scontro a distanza con Bruxelles si farà nel più breve tempo possibile. Intanto proprio sulla riforma pensioni, l’obiettivo principale del governo che è quello relativo al superamento della riforma Fornero c’è tanta attesa, così come per la cena che è fissata per il prossimo sabato tra il premier Giuseppe Conte ed il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker. Sarà un incontro piuttosto importante, durante il quale il nostro premier cercherà di trovare un accordo per il nostro paese e di conseguenza che sia anche positivo per l’Europa intera.

Riguardo la misura Quota 100, che ricordiamo sarà attiva a partire dal mese di gennaio 2019,  Luigi Di Maio Ha dichiarato che insieme al reddito di cittadinanza, Sono delle misure che non si toccano. E’ questo quanto ribadito da Luigi Di Maio, durante la partecipazione a Piazza Pulita in onda su La7. Nello specifico il Premier ha dichiarato: “Non possiamo ridurre la platea dei beneficiari”. Le due misure sono da fare subito non perché ci sono le europee, ma perché c’è una sofferenza sociale che non si può più rimandare. Quanto dichiarato da Luigi Di Maio è stato anche ribadito dal premier Conte al Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.

Riguardo questo incontro che avverrà nella giornata di sabato, Matteo Salvini sembra criticare in modo così spudorato la posizione dell’Unione Europea. Luigi Di Maio, però torna a parlare sostenendo che effettivamente non sembra esserci alcun tipo di complotto contro l’Italia, che ad oggi risulta l’unico governo nonché il primo di questa fase Europea ad applicare una ricetta diversa per poter ridurre il debito.

Proprio nel corso della cena, che si terrà sabato sera il Premier Conte potrebbe cercare di rassicurare l’Unione Europea su quelle che sono le prospettive di crescita senza però andare a modificare i punti principali della manovra. “Siamo responsabili e abbiamo impostato questa manovra responsabilmente”, è questo quanto dichiarato da Conte. “Siamo responsabili e abbiamo impostato questa manovra responsabilmente“, ha detto Conte anticipando quelli che sono i temi dell’incontro con Juncker, nel corso del quale Conte si impegnerà a spiegare che questa è una manovra che è impostata nell’interesse degli italiani e dunque anche dell’Europa intera.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.