Pensioni ultime notizie: divieto di cumulo, addio Ape social e tutti contro Quota 100

Segui controcopertina.com

Sull’attuazione di Quota 100 e Reddito di cittadinanza per il 2019 non sembrano esserci dubbi e la conferma è arrivata ancora una volta dal vicepremier Di Maio. Lo stesso ha ribadito ancora una volta, come questi siano i due punti chiave della manovra economica che non subiranno variazioni e non slitteranno così come si era ipotizzato alcuni giorni fa. Dopo i duri attacchi da parte di Bruxelles, il governo ha tentato in qualche modo di cambiare e ritoccare l’accordo, più che altro per evitare di andare incontro a sanzioni, dopo che l‘Ue aveva bocciato il documento economico. Tante critiche, sono comunque pervenute, soprattutto riguardo la riforma del sistema previdenziale. A finire nel mirino della UIL e nello specifico di Tito Boeri ovvero il presidente dell’INPS sono stati Quota 100, il divieto di cumulo e L’abolizione della ape social.

Leggi Anche  Pensioni ultime notizie Quota 100, ecco le tasse che si pagheranno

Il sindacato UIL ha criticato ampiamente la misura Quota 100, sostenendo che se da un lato dovrebbe aiutare i lavoratori italiani ad andare in pensione prima del limite di età attualmente in vigore ovvero raggiungendo 100, sommando anzianità contributiva ed età contributiva dall’altro gli effetti collaterali potrebbero essere diversi e potrebbero andare a peggiorare la situazione di Alcune categorie di lavoratori.

E’ questo quanto dichiarato sostanzialmente da Domenico Proietti il presidente della UIL, il quale ha aggiunto che nel caso in cui le indiscrezioni che sono circolate negli ultime ore dovessero essere vere, non soltanto si andrebbe a smontare la legge Fornero sulle pensioni, ma si andrebbe a peggiorare tutto ciò che è stato fatto di buono negli ultimi anni al fine di introdurre una flessibilità di accesso alla pensione intorno ai 63 anni. Il fatto che l’Ape sociale sia stata abolita, andrebbe a privare i lavoratori disoccupati, ma anche quelli con una grave disabilità, chi assiste disabili e chi svolge una delle 15 categorie ritenute gravose, di benefici non indifferenti.

Leggi Anche  Pensione anticipata con 40 anni di contributi, come evitare Quota 100?

Critiche arrivate anche da parte del presidente dell’INPS Tito Boeri, il quale ha utilizzato toni piuttosto duri nei confronti della riforma del sistema previdenziale che è stata ideata e annunciata dal governo Movimento 5 Stelle lega. Lo stesso ha sostenuto che sarebbe il caso di porre attenzione sul lato contributivo e tra le proposte che comunque vanno ad indebolire questo aspetto, ci sarebbe quella di dare la possibilità ad un lavoratore autonomo a condizioni agevolate di potere versare i contributi per i periodi in cui questi non sarebbero stati versati. “Questo è quasi un condono, e condoni contribuitivi non sono mai stati fatti nel nostro Paese e non sono mai stati fatti con il lavoro autonomo perché hanno il doppio effetto negativo di indebolire la raccolta contributiva e aumentare la spesa“, sostiene Boeri. 

Leggi Anche  Pensioni Opzione Donna proroga al 2019: requisiti e beneficiari

1 thought on “Pensioni ultime notizie: divieto di cumulo, addio Ape social e tutti contro Quota 100

  1. Milano, 28 11 2018

    Buon pomeriggio,

    sono percettore dell’Ape Sociale dal Gennaio 2018 e francamente non riesco più a comprenderne il destino.

    Fino a qualche settimana fa, molte testate giornalistiche on-line hanno parlato di una sicura proroga per il 2019, ora se ne dichiara l’abolizione, nonostante esista un Fondo specifico che ne dovrebbe procrastinare l’applicazione fino alla domanda definitiva della pensione di vecchiaia : ma è mai possibile lasciare nel dubbio le persone interessate, come se si trattasse di rubare soldi allo Stato, anzichè tutelarne il legittimo mantenimento ?

    Gradirei ottenere risposte certe e definitive, possibilmente ben argomentate, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.