Rischia di morire annegato facendo snorkeling: “Colpa della maschera Decathlon”

Ha rischiato di morire facendo snorkeling nei Paesi Arabi e sostiene che la colpa sia di una maschera subacquea ‘Easybreath’ acquistata da Decathlon a Grugliasco (Torino). Per questo motivo Ranieri Paluselli, timpanista del Teatro Regio di Torino assistito dallo studio legale Ambrosio e Commodo, ha chiesto un risarcimento alla multinazionale. Il 26 luglio ci sarà la mediazione.
L’uomo, il 14 settembre 2017, era in Oman per la prima dell’Aida e ha fatto snorkeling nell’oceano Indiano. Forse a causa di un difetto della maschera, acquistata pochi giorni prima, non è riuscito a respirare e ha perso conoscenza.

Soccorso dai colleghi, è stato trasportato in ospedale.”La maschera era nuova e forse non idonea – dicono gli avvocati Ludovica e Renato Ambrosio – Chiediamo più attenzione nella vendita. Il nostro cliente ha una capacità polmonare ridotta per una scogliosi. Aveva già fatto snorkeling e non era successo nulla, forse questa maschera non era adatta a lui. E’ stato fortunato, poteva morire”.
BUONE PRATICHE AMBIENTALI SNORKELING

Le barriere coralline sono uno degli ecosistemi più spettacolari della terra e praticare snorkeling è un ottimo modo per esplorarle. Il futuro delle barriere coralline è incerto: visitatori entusiasti hanno un ruolo importante nella protezione di questi delicati habitat. Adottate le “buone pratiche” qui descritte per diventare amici dei coralli.

 PRIMA DI ESPLORARE UNA BARRIERA CORALLINA  Per la vostra vacanza, scegliete alberghi e villaggi che praticano riciclaggio, conservazione dell’elettricità e trattamento responsabile dei rifiuti solidi e liquidi.  Pagate l’entrata quando visitate parchi corallini e altre aree protette. Se l’entrata è gratuita, fate una donazione.  Prendete lezioni di snorkeling da una persona competente.  Prima di avventurarvi sulla barriera corallina, praticate snorkeling in un ambiente poco delicato.  Controllate che la vostra attrezzatura sia ben fissata prima di avvicinarvi alla barriera, poichè può essere poi difficile aggiustarla una volta che siete in acqua.  Se non siete molto esperti, indossate un giubbetto salvagente che vi aiuti a galleggiare.  Imparate a conoscere le barriere coralline: sono ambienti affascinanti ma delicati.

IN ACQUA  Non toccate il corallo: il più leggero contatto può danneggiarlo in modo irreparabile. Inoltre, alcuni tipi di corallo possono pungervi o ferirvi.  Scegliete il punto da cui entrare in acqua e da cui uscire in modo da evitare di camminare sul corallo.  Mantenetevi ad una certa distanza dalla barriera.  Controllate i movimenti delle vostre pinne ed evitate di sollevare sabbia.  Mantenetevi in posizione orizzontale quando siete vicino o sopra la barriera corallina.  Rilassatevi quando nuotate, non abbiate fretta quando vi muovete e concentratevi su quello che fate.  Imparate a nuotare senza usare le braccia.  Ricordatevi: osservare senza toccare.

RIDUCETE AL MINIMO I CONTATTI CON LE CREATURE MARINE  Non toccate nulla e non portate nulla in superficie, vivo o morto, eccetto rifiuti recenti privi di organismi vivi.  Non inseguite e non fatevi trasportare da creature marine.  Non toccate e non date da mangiare a creature marine tranne sotto la guida di una persona esperta e in aderenza a norme prestabilite.  Non indossate guanti.

SULLA BARCA  Scegliete operatori che utilizzano ormeggi esistenti: ancore e catene distruggono il fragile corallo.  Assicuratevi che i rifiuti siano adeguatamente raccolti, soprattutto oggetti leggeri di plastica.  Riportate a terra tutto ciò che avete portato a bordo, comprese pile, bottiglie e buste di plastica. A RIVA  Sostenete attivamente progetti di protezione ambientale:  Visitate parchi corallini e contribuite col pagamento del biglietto di entrata alla protezione dell’ambiente marino.  Sostenete l’utilizzo di ormeggi fissi per le imbarcazioni.  Participate ad iniziative locali di monitoraggio dell’ambiente marino.  Participate ad attività di pulizia di spiagge e fondali.  Fate una donazione o prestatevi come volontari a sostegno di un parco marino. Per esempio, potete partecipare ad attività di monitoraggio o aiutare ad educare il pubblico sulla protezione delle barriere coralline.  Donate attrezzatura usata, come macchine fotografiche, attrezzatura da immersione o libri per l’identificazione delle creature che abitano le barriere coralline.  Non comperate souvenir derivanti da fauna o flora marina, come coralli e tartarughe: in molte località tale commercio è illegale e in ogni caso non è mai corretto da un punto di vista ambientale.  Date il buon esempio e assicuratevi che i vostri compagni di viaggio conoscano le regole semplici ma importanti illustrate su questo volantino.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.