Tumore inoperabile al cervello, bambina di 11 anni guarisce. La mamma grida al miracolo

Era affetta da una rara forma di tumore Roxli Doss, ma qualcosa di “miracoloso” è accaduto e la piccola si è salvata. Adesso i genitori gridano al miracolo. Si chiama Roxli Doss ed è una bambina di soli 11 anni, affetta da una rara forma di tumore chiamata Dipg, dall’inglese Diffuse Intrinsic Pontine Glioma e sembra che le sue condizioni di salute fossero molto gravi, tanto che per i medici non c’erano proprio speranze. Come abbiamo anticipato, però, qualcosa di straordinario è accaduto e la piccola è completamente guarita. Adesso i medici si interrogano su come possa essere possibile ciò, mentre la mamma grida al miracolo. L’undicenne era affetta da un cancro molto raro e non operabile, diagnosi che era stata confermata da ben cinque ospedali e dunque impossibile pensare che potesse esserci stato un errore. Roxli è stata, dunque, immediatamente soccorsa e ricoverata in ospedale, dove è stata sottoposta a tre mesi di radioterapia e ad una risonanza magnetica per poter vedere i possibili progressi della malattia, ma con grande sorpresa per i medici non c’era più alcuna traccia della malattia.

Roxli ormai da tempo conviveva con dei fortissimi mal di testa ed era stato riscontrato anche un significativo calo della vista. Adesso, dopo circa tre mesi sta bene ed è tornata alla sua vita normale ed è anche tornata a fare equitazione, che è una sua grande passione. La diagnosi, pare sia arrivata quando intorno all’inizio di giugno, la ragazzina ha iniziato ad avere continui mal di testa e pare fosse sempre molto stanca.

I genitori per questo motivo, hanno deciso di farla vedere ad alcuni medici e soltanto dopo alcuni responsi è arrivata al Dell Children’s Hospital di Austin dove è stato diagnosticato il DIPG, poi è stata visitata al Dana-Farber Cancer Insitute di Boston, ed ancora al Johns Hopkins Children’s Center di Baltimora ed alla University of Texas MD Anderson Cancer Center di Houston. “Questa patologia diminuisce l’abilità di deglutire, talvolta si perde la vista e l’abilità di parlare, e talvolta anche respirare diventa difficoltoso”, ha sottolineato la dottoressa Virginia Harrod del Dell Children’s Medical Center, presso cui la piccola è stata ricoverata.

Come avevamo anticipato, ben 5 specialisti hanno dato la stessa diagnosi, ovvero la bambina era affetta da una forma di tumore piuttosto rara, chiamata DIPG, ovvero Diffuse Intrinsic Pontine Gliomaa. Si tratta di un tumore molto raro che colpisce i bambini di età compresa tra i 5 ed i 9 anni e pare si sviluppi all’altezza del tronco cerebrale che collega il cervello alla spina dorsale. Ad oggi le cause sono sconosciute.  “È un miracolo. Ogni giorno ce lo ripetiamo” è questo quanto ancora aggiunto dalla mamma della piccola.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.