Alessandro Borghi: carriera, vita privata e curiosità del protagonista di Suburra su Netflix

Chi è Alessandro Borghi? Classe 1986, nato e cresciuto a Roma, Borghi è sicuramente uno tra gli attori italiani più apprezzati e amati dal pubblico, ma anche dalla critica degli ultimi anni. L’attore deve la sua fama al  film Suburra, dove interpreta Numero 8 e soprattutto, il film “Non essere cattivo” che lo ha portato a conquistare il premio NuovoImaie Talent Award come miglior attore italiano esordiente. È stato proprio grazie a queste due interpretazioni che Alessandro Borghi, ha vinto il premio internazionale Vincenzo Crocitti e quindi ancora il premio Graziella Bonacchi come miglior attore emergente ai Nastri d’argento 2016.

Alessandro Borghi, dagli esordi al successo

L’attore, come abbiamo già anticipato, proviene dal mondo della fiction ed ha interpretato il cantautore Luigi Tenco nella pellicola Dalidà, vincendo lo Shooting Stars Award alla Berlinale 2017. In seguito alla partecipazione a questo film, Alessandro Borghi è stato scelto da Sergio Castellitto e Ferzan Ozpetek, per le pellicole “Fortunata” e “Napoli velata” e proprio grazie a queste interpretazioni è stato candidato ai David di Donatello come miglior attore non protagonista ed anche come miglior attore protagonista, proprio come è avvenuto lo scorso anno con suburra e “Non essere cattivo”.

Nel 2018 poi, in un film prodotto da Netflix intitolato “Sulla mia pelle”, ha interpretato Stefano Cucchi ovvero il giovane Romano morto in seguito all’arresto e al centro di una controversia giudiziaria da parecchi anni. Grazie alla partecipazione a questo film, Alessandro Bocchi ha vinto il premio Pasinetti speciale al film ed ai migliori attori ed ancora il premio Brian edil premio fedic alla mostra del cinema di Venezia e ottenuto anche la nomination ai David di Donatello come miglior attore protagonista. Nel 2019 uscirà il kolossal intitolato Il primo re, di Matteo Della Rovere.

Nel corso di un’intervista, Alessandro Borghi parlando del suo lavoro e delle soddisfazioni che man mano sono arrivate, ha dichiarato: «È una felicità nel lavoro che dura da tre anni. E sono contento per le nove candidature di Sulla mia pelle. Suburra è stato l’inizio di tutto. Quel film è stato una grande opportunità della mia carriera, insieme a Non essere cattivo di Caligari. Sono successe tante cose, ne ho anche nostalgia. Anche se continuano a chiamarmi nuovo talento del cinema italiano… I nuovi talenti hanno vent’anni e sarebbe ora di scovarli».

Suburra 2, la nuova stagione da oggi su Netflix

La seconda stagione della serie TV inizierà su Netflix il 22 febbraio 2019. I protagonisti anche questa volta sono Alessandro Borghi nel ruolo di Aureliano, Giacomo Ferrara in quelli di panino e Eduardo Valdarnini quelli di Lele. La seconda stagione è ambientata soltanto 3 mesi dopo gli eventi accaduti nella prima, ma nonostante questo, i loro tre personaggi sono cambiati molto, sono maturati nel corso di questa stagione. “E’ un percorso di crescita relazionato ai temi della prima stagione”, ha spiegato Alessandro Borghi.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.