Amazon usa la gamification e trasforma il lavoro dei dipendenti in un videogioco

Amazon cerca di migliorare le condizioni di lavoro di magazzini e per questo ha fatto ricorso alla tecnica della gamification. E’ questo quanto sta tentando di fare Amazon all’interno delle sue magazzini negli USA e nel Regno Unito. Ma in cosa consiste? Stando a quanto riferito sembrerebbe che su base volontaria, accanto ai lavoratori che hanno deciso di aderire, sono stati montati degli schermi e le loro azioni nonché i movimenti, vengono trasformati in un vero e proprio videogioco. L’obiettivo è semplicemente quello di rendere l’attività lavorativa più leggera, soprattutto meno faticosa, in modo da invogliare anche i lavoratori a fare di più.

Sono presenti dei giochi che prendono il nome di PicksInSpace, Mission Racer e CastleCrafter che vanno ad ascoltare l’abilità dei Lavoratori nelle proprie mansioni, come ad esempio impacchettare più velocemente i  pacchi. Non si tratta di giochi individuali, ma sono in competizione nel senso che i vari dipendenti partecipano sostanzialmente allo stesso gioco e poi chi fa meglio il proprio lavoro vince un premio che è in Swag buck che altro non è che una moneta virtuale di Amazon che si può spendere per poter acquistare tutti i prodotti a marchio Amazon.

Il lavoro dei dipendenti di Amazon, trasformato in un videogioco

Come già abbiamo anticipato, Amazon sembra aver dato vita a dei veri e propri giochi che sono tre per la precisione che vengono giocati proprio dai dipendenti. Nello specifico, i dipendenti dovranno mettere insieme un ordine, spostare oggetti oppure svolgere tutta una serie di azioni di lavoro che avranno un corrispondente al proprio all’interno del gioco. Al momento questo gioco riguarda quei dipendenti volontari che sceglieranno di lavorare in un ambiente sottoposto proprio a gamification in 5 diversi magazzini di Amazon che si trovano in tutto il Regno Unito e negli Stati Uniti.

Secondo Jane Mcgonigal che da anni ormai studia questo tipo di tecnica per il miglioramento della vita quotidiana degli individui, è molto importante che ci sia una competizione tra i dipendenti, ma che questa sia limitata ad intervalli di tempo perché averla sempre come una costante all’interno della vita di lavoro, potrebbe finire con il rappresentare all’interno del mondo del lavoro un motivo di stress.

Gamification

Si tratta di una pratica relativamente diffusa tra le aziende più recenti e tecnologiche. Uber e Lyft sembra impostino obiettivi di numero di corse e chilometri percorsi. Ad ogni modo, potrebbe comportare dei rischi significativi che possono anche produrre un effetto opposto a quello che si vuole ottenere, come rendere il completamento dei compiti piuttosto noioso e monotono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *