Anticipazioni Una Vita, Raul metterà in pericolo la vita di sua madre Carmen

Pubblicato il: 15 Ottobre 2019 alle 3:20

Tanti i colpi di scena che si succederanno da qui a novembre nelle vicende di Una Vita. Tra qualche settimana, infatti, entrerà in scena Raul, figlio di Carmen Sanjurjo (Maria Bianco).

Apparirà subito chiaro che il ragazzino ha avuto un’infanzia difficile a causa dell’assenza del padre, un uomo violento e dedito al malaffare, per colpa del quale la domestica, un tempo ricca e nobile, si è ridotta in povertà vedendosi costretta a rimboccarsi le maniche. Raul commetterà, durante il suo soggiorno ad Acacias 38, un grosso errore: scrivere al padre in prigione permettendo, così, all’uomo di localizzare in breve tempo l’ex consorte. Il figlio di Carmen è interpretato da Santos Mallagray, giovane attore spagnolo, ha intervistato grazie a Miriam Quattrini.

«Imitavo i miei fratelli»

Santos, quando hai deciso di diventare un attore?

«Fin da piccolo ho sempre imitato i miei fratelli, i miei amici o i personaggi dei miei film preferiti. Era una cosa naturale per me, mi sentivo in un altro mondo, in un’altra dimensione».

Ricordi il tuo primo provino?

«Certo, era un giorno di pioggia ed ero molto nervoso. C’era tanta gente e dovevo ballare in gruppo con altri colleghi che non conoscevo. All’inizio mi sentivo un po’ impacciato, poi ho preso confidenza e tutto è andato bene».

Come ti stai trovando sul set di Una Vita?

«Bene, sto provando una sensazione meravigliosa. Sono circondato da professionisti e ottime persone, anche per questo recitare in Una Vita è un’esperienza unica e indimenticabile».

«È un ragazzo furbo, ma…..

Parlaci del tuo personaggio. Chi è Raul?

«Il figlio di Carmen, un adolescente. A prima vista potrebbe sembrare un prepotente e un ingrato, in realtà è un ragazzo traumatizzato per la situazione familiare. Eia solo bisogno d’affetto. È un ragazzo furbo, ma a volte questa caratteristica diventa un punto debole. Un aspetto negativo del suo carattere riguarda la sua impulsività».

Ti rispecchi nel personaggio?

«L’impulsività ci accomuna. Bisogna imparare a controllarla».

Per quale motivo Raul entra nel cast della soap di Canale 5?

«Arriva ad Acacias dopo un lungo viaggio in cerca della mamma, dato che non ha nessun’altra persona con cui stare, perché suo padre si trova in carcere».

Con quali colleghi vai più d’accordo?

«Con tutti, ma con Maria Bianco ho instaurato un rapporto meraviglioso. La considero una delle mie migliori amiche e anche una seconda madre, ho piena fiducia in lei. Mi ha aiutato molto sia sul set che fuori, la sua professionalità è incredibile».

Che cosa ti aspetti da questo ruolo?

«Tante cose, il mio personaggio è molto interessante e nell’interpretarlo metto tutto me stesso. Sono sicuro che vi piacerà moltissimo».

Sei mai stato in Italia?

«No, mai. I miei amici mi hanno detto che è un bellissimo Paese, il mio prossimo obiettivo sarà visitarlo per conoscerne la cultura, il cibo e la gente».

Come trascorri il tuo tempo libero?

«Amo giocare a calcio, è il mio sport preferito. Poi mi piace stare con la mia famiglia o con i miei amici, vedere film e serie televisive».

Ci descrivi il tuo carattere?

«Sono un ragazzo normale, come tutti quelli della mia età. Mi piace ridere e godere della vita con gli amici e la famiglia. Sono flessibile, mi adatto rapidamente a qualsiasi cambiamento repentino. Tuttavia sono anche un po’ irrequieto, non so stare senza fare nulla. Voglio sempre essere attivo e provare cose nuove».

Un ruolo che ti piacerebbe interpretare?

«Non esiste un ruolo in particolare, per me interpretare qualsiasi personaggio è un’esperienza straordinaria. Amo molto la comicità e la drammaticità, mi piacerebbe interpretare un personaggio d’azione».

Un desiderio personale e uno professionale?

«Il desiderio personale è la salute e la tranquillità per tutti, quello professionale è potermi dedicare tutta la vita alla recitazione».

Sei sui social, li usi spesso anche per lavoro?

«Si, uso molto Instagram. Mi piace, ma penso che i social debbano essere utilizzati nel giusto modo perché creano molta dipendenza».

Il tuo rapporto con il pubblico?

«È straordinario, ricevo molti messaggi di apprezzamento per il mio personaggio, questo mi permette di sforzarmi ancor di più affinché il pubblico possa godere appieno di quello che faccio».

Entrare nel cast di Una Vita deve essere stata una bella soddisfazione…

«Sì, anche perché ho imparato moltissimo, sia a livello personale che professionale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *