Antonella Clerici a Sanremo Young insieme a John Travolta

La svolta di vita l’ha fatta rinascere. Antonella Clerici, da quando ha deciso di rallentare col lavoro – lasciando La prova del cuoco e trasferendosi in Piemonte col suo Vittorio Garrone -, è una donna nuova. Ha ritrovato uno sprint che ora l’ha riportata anche in televisione alla conduzione di Sanremo Young, in onda su Rai Uno per un mese dal 15 febbraio. Intanto a casas la sua Maelle, la figlia tanto desiderata, avuta da Eddy Martens, sta per compiere 10 anni: spegnerà le candeline fra pochi giorni, il 21 febbraio, e cresce in un piccolo comune fra Alessandria e Genova. Qui abita il nuovo amore della mamma, l’uomo che potrebbe mettere presto l’anello al dito ad Antonella.

Già, perché ora il matrimonio che fino a qualche tempo fa sembrava un tabù (lei è già stata sposata due volte) adesso è sempre più vicino: «Vittorio mi ha detto che mi chiederà di sposarlo in un modo speciale», ha rivelato la conduttrice, che è andata anche oltre. Per la prima volta ha ammesso che l’argomento nozze è all’ordine del giorno in casa. «Al momento la cosa non rientra nelle nostre priorità, anche se ci pensiamo e ne parliamo spesso», ha spiegato tempo fa. Ancora non c’è una data, ma le nozze coronerebbero un momento d’oro per Antonella. Rallentare con gli impegni in tv in realtà le ha permesso di trovare una nuova dimensione a 56 anni e di premere sull’acceleratore in amore. Nella tenuta di Garrone, che si chiama Basini (in genovese “bacini”), Antonella vive in una casa nel bosco, «un posto magico», dice lei. «Ed è finalmente il posto dove vorrei fermarmi», ha detto. «Sono sempre stata molto irrequieta, ho cambiato casa quasi ogni anno, ma ora sento di aver trovato il mio posto del cuore».

Ed è romantico pensare a una proposta di nozze proprio qui, fra gli alberi ora imbiancati dalla neve. «Io e Vittorio vogliamo invecchiare qui … per poi essere sepolti qui sotto lo stesso albero. Insieme per sempre», ha detto Antonella. «Dopo 30 anni in cui vivi in trincea, dopo che ti sei tolta tutte le soddisfazioni del mondo, a un certo punto capisci che esistono delle priorità diverse nella tua vita… Puoi lavorare un po’ meno, vista anche l’età. Dopo i 50 anni vedi le cose in modo diverso». Non pensate però a una Antonella casalinga: «Dedicarmi alla casa, in senso lato, non significa affatto rinunciare al lavoro, ma rallentare. Per questo ho deciso di rinunciare a La prova del cuoco dopo 18 anni, perché l’impegno quotidiano è totalizzante, ti lascia poco spazio alla vita personale. Ma restano gli impegni settimanali, i programmi serali. Ora con Sanremo Young avrò un mese molto intenso e ne sono felice». L’esordio in tv è al fianco del super ospite John Travolta. E a casa è già febbre da matrimonio.

Ballerà? Lei vorrebbe. Tanto. E, conoscendo il suo temperamento, sicuramente lo farà. «Mi sto esercitando, vorrei scendere in pista con lui», dice raggiante Antonella Clerici. Lui è il Tony Manero de La febbre del sabato sera, ma anche l’indimenticabile Danny Zuko di Grease. Ovvero John Travolta, il super ospite che avrà l’onore di affiancarla nella prima puntata di Sanremo Young, il talent canoro dei ragazzi, in onda dal 15 febbraio su Raiuno dall’Ariston di Sanremo.

Finito il festival, arriva Antonella con la sua grinta, a braccetto con John. «Sono felicissima. Travolta è un mito. Può insegnare tanto ai giovani, è eclettico». E ce lo immaginiamo già, gambe a zeta e braccia al cielo, come in Staying Alive, incantare il pubblico. E lei illuminarlo con i colori sgargianti e le paillettes dei capi firmati Coveri. La giuria del programma è di livello, ricchissima e diversificata: dalle sempreverdi Amanda Lear e Rita Pavone alle più fresche Noemi, Baby K, e poi il rapper napoletano Rocco Hunt e anche la coppia Shel Shapiro e Maurizio Vandelli, due colossi degli Anni 60 che si ritrovati per fare musica insieme.

Nomi importanti che incroceranno i guantoni con l’inaffondabile Maria De Filippi e i suoi speciali di Uomini e Donne dedicati alle scelte dei tronisti. In questa occasione, però, Maria – già impegnatissima con C’è posta per te e Amici – non apparirà in video. Saranno altri i protagonisti delle tre puntate previste, tra cui Valeria Marini. Ma entriamo nel merito della gara di Sanremo Young, giunto alla seconda edizione.

La sfida di Antonella vedrà impegnati 20 ragazzi, di età compresa tra i 14 e i 17 anni, talenti in erba che si cimenteranno con i brani che hanno fatto grande il festival. Solo dieci di loro arriveranno in finale e chi salirà sul podio più alto andrà di diritto a Sanremo Giovani, a fine anno, tappa intermedia per il festival 2020. «Questa è la vera novità. Credo che sia un’occasione importante», ha detto la conduttrice, che prima di ritornare come ospite nel frullatore di Sanremo, nel festival di Claudio Baglioni, si è goduta la neve nel suo bosco incantato in Piemonte.

Lì, infatti, da una manciata di mesi vive con il compagno, l’imprenditore Vittorio Garrone, e la figlia Maelle, di quasi 10 anni, nata dal legame con Eddy Martens. Per amore Antonella ha lasciato Roma e la conduzione quotidiana de La prova del cuoco, da 18 anni sua trasmissione. Un distacco emotivamente non semplice, ma voluto con tutto il cuore. «Avevo voglia di rallentare, di occuparmi di più della vita privata, della crescita della bambina», ci aveva rivelato tempo fa. Una scelta radicale che, però, in questo momento confligge con le voci che la vorrebbero di nuovo ai fornelli, tra ricette e consigli alimentari.

C’è chi sostiene che, pur di riaverla, l’azienda sarebbe disposta ad aprire una cucina televisiva a Milano, per consentirle di stare al nord con il suo uomo. In questo momento il testimone della Prova è nelle mani affusolate di Elisa Isoardi, ex compagna del vicepremier Matteo Salvini, e gli ascolti non sono brillanti. «Di Elisa penso tutto il bene possibile, ma poveretta, ha un’eredità impegnativa», ha confidato Antonella. Per la Isoardi, invece, si parla di un possibile trasferimento a La vita in diretta, attualmente condotta da Francesca Fialdini e Tiberio Timperi. Ma è presto perché le ipotesi abbiano conferme.

Per la Clerici, poi, si prospetterebbero pure alcune prime serate. Ma lei è scaramantica, non commenta, vuole solo godersi il festival che è un po’ casa sua, visto che l’ha condotto nel 2010. «Trovo tutti molto bravi: Bisio sanremese è un’ottima idea, la Raffaele una garanzia e Baglioni ha dimostrato di mettere la musica al centro». Anche lei di note e spartiti se ne intende. Impossibile dimenticare che dieci anni fa, nella trasmissione Ti lascio una canzone, ha tenuto a battesimo Il Volo. Tre bambini, allora, tre tenorini, diventati uomini e star amate in tutto il mondo, oggi in gara con Musica che resta.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.