Press "Enter" to skip to content

Barbara Berlusconi, mamma che fisico

Due figli in tre anni non sono una passeggiata per nessuna donna, soprattutto se ce ne sono già altri due, messi al mondo in ancora più rapida sequenza pochi anni prima. Eppure a guardare Barbara Berlusconi oggi, a soli 15 mesi dalla nascita dell’ultimo dei suoi gioielli, si direbbe che a farli non sia stata neanche lei.

La primogenita di Silvio Berlusconi e Veronica Lario, che in questi giorni è in vacanza con il compagno Lorenzo Guerrieri in Sardegna, a Porto Rotondo, sfoggia infatti una forma invidiabile. Eccola bellissima, tonica e sorridente sul pontile di Villa Certosa nel Golfo di Marinella, circondata da tutti i suoi uomini: Lorenzo (che il fisico l’ha sempre avuto e lo mantiene benissimo), Alessandro ed Edoardo (i figli nati dalla lunga relazione di Barbara con Giorgio Valaguzza), Leone e l’ultimo nato della famiglia, Francesco Amos. Un quadretto a dir poco perfetto.

Da quando, a fine 2018, Barbara Berlusconi, all’epoca neomamma per la quarta volta, ha lasciato l’incarico di presidente della Fondazione Milan (atto seguito al passaggio della squadra rossonera dalla proprietà cinese al fondo d’investimenti americano Elliott), la sua vita pubblica si è ridotta notevolmente. In quell’occasione lei stessa aveva dichiarato che dietro l’addio al club, per 31 anni appartenuto al padre, c’era anche la volontà d’impegnarsi in «nuovi progetti lavorativi, che saranno presentati nel 2019».

Su quel fronte per il momento non ha annunciato ancora nessuna notizia, ma sembra evidente che la figlia dell’ex premier negli ultimi mesi si sia dedicata in gran parte a ciò che la rende più felice. A cominciare dai suoi bambini, quattro bellissimi ometti cercati, voluti e ciascuno a suo modo esigente di attenzioni e affetto da parte della mamma. Al suo compagno Lorenzo, che ha conosciuto studente e barista in un locale di Monza, e ora lavora come analista finanziario. Infine a se stessa, alla cura della sua anima, del suo corpo e della sua femminilità. E forse, perché no, a quel desiderio non ancora esaudito di avere una figlia.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *