Bollo auto 2019 ultimissime, calcolo costo e scadenza: tutte le novità del 2019

Oggi parliamo del bollo auto, ovvero della tassa automobilistica obbligatoria per tutti quelli che possiedono un’ auto, ovvero un veicolo che comunque risulta iscritto al PRA. Ma quali sono le novità del bollo auto arrivate con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di bilancio 2019 e del decreto che è collegato alla nuova manovra 2019? Vediamo quindi, tutte le principali novità che sono state previste dalla nuova legge di bilancio, ma soprattutto cos’è il bollo auto.

Bollo auto, cos’è?

Il bollo auto è una tassa indiretta che viene applicata sul possesso del bene ovvero sul fatto di essere in possesso o meno di un veicolo che risulta iscritto al PRA. Secondo quanto stabilito dall’articolo 7 della legge numero 99 del 23 luglio 2009, il pagamento del bollo auto è obbligatorio per tutti coloro che possiedono un’ auto. Tra l’altro tutti gli automobilisti sono tenuti ad effettuare il versamento annuale della tassa automobilistica entro una certa scadenza. Il bollo auto è anche chiamato bollo autoveicoli ed un tempo invece era chiamato tassa di circolazione, visto che inizialmente l’obbligo di versamento scattava soltanto per il veicolo che poteva circolare su strada, mentre tutti gli altri ne erano esentati.

Come funziona

Il funzionamento del bollo auto 2019 è regolato dal dpr numero 39/53 e dall’articolo 7 della legge 99/2009. Sembra che proprio quest’ultimo abbia trasformato la vecchia tassa di circolazione ed una tassa automobilistica che è nota anche con il nome di bollo auto. Va anche detto che il bollo auto è una tassa indiretta che colpisce chi ha la proprietà di un’auto, di una moto o di qualsiasi altro veicolo immatricolato in Italia e che quindi risulta iscritto al PRA per cui a prescindere dal fatto che una possa usare o meno l’auto, il bollo va comunque sempre pagato. Ad ogni modo è comunque una tassa che va pagato in favore della Regione, dove si ha la residenza fatta eccezione per la Sardegna e Friuli-venezia Giulia, dove la riscossione non avviene da parte della regione, ma da parte dell’Agenzia delle Entrate riscossione.

Bollo auto, come si calcola il costo

Per poter effettuare il calcolo bollo auto, bisogna considerare il tipo di veicolo e quindi la potenza in kilowatt, cavalli fiscali e le classi ambientali di appartenenza ovvero se rientra nella fascia Euro 0, euro 1, euro2 euro3 euro4 euro5 euro6.

Bollo auto, novità 2019

In base alle novità della legge di bilancio 2019 sono state previste delle novità piuttosto interessanti a cominciare dal fatto che a partire dal primo marzo 2019 in vigore la tassa auto inquinante e gli Ecobonus auto. Inoltre, a partire dal 2019 è stata applicata la riduzione bollo auto storiche ed è stata introdotta la pace fiscale condono Bollo auto. 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.