Canone Rai 2019, importo ed esenzione: tutte le novità della Legge di Bilancio

Print Friendly, PDF & Email

Riparte con il nuovo anno anche l’addebito del canone RAI in bolletta elettrica o attraverso il modello F24 per tutti coloro che sono tenuti ovviamente al pagamento. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e capire che cosa effettivamente è il canone RAI 2019, come funziona e qual è l‘importo da pagare in bolletta, oltre che le novità previste in legge di bilancio 2019.

Canone Rai, cos’è?

Il canone RAI è un’imposta che è stata introdotta in Italia ai sensi della legge R.D.L. 21/02/1938 N.246 che come sapete, chiunque detenga uno più apparecchi volti ed adattabile alla ricezione dei programmi televisivi, deve pagare il canone tv. Sostanzialmente quest’ultimo è quindi un’imposta che si paga in base alla detenzione di un apparecchio ed è a prescindere dal fatto che questo si usi o meno o dalla scelta delle emittenti televisive. Anche se non si guarda la RAI oppure si usa una pay per view o nel caso in cui si ha comunque una o più televisioni in casa, si è obbligati a pagare il canone. Nel testo della legge di bilancio, è stato confermato l’importo affittato a €90 per il canone RAI.

Come funziona

Come abbiamo detto, in base alla legge italiana coloro che detengono un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni, è obbligato a pagarlo. Per conoscere quali sono gli apparecchi, quando scatta l’obbligo al pagamento, bisogna fare riferimento alla nota del 22 febbraio 2012 del ministero dello sviluppo Economico Dipartimento per le comunicazioni. Nella nota sono stati inseriti gli apparecchi assoggettabili al pagamento del canone, ovvero tutte quelle apparecchiature che sono provviste di sintonizzatore per la ricezione del segnale radio diffusione dell’antenna radiotelevisiva. E’ inoltre chiarito che i computer, anche se sono connessioni internet, non devono comunque pagare il canone RAI.

Novità 2019

Così come previsto dalla legge di bilancio è stato confermato l’attuale importo canone RAI 2019 che ammonta a €90 e che si potrà addebitare in ben 10 rate mensili di pari importo da gennaio ad ottobre, sempre nella bolletta della luce. Sempre per il 2019 è previsto l’esonero e questo è previsto nei casi in cui non si possieda una televisione oppure nel caso in cui si ha compiuto 75 anni e si ha un reddito non superiore a €8.000 anni oppure se si è diplomatici o militari stranieri, presentando il modello di esenzione entro il 31 gennaio e si potrà vantare sull’esenzione ovviamente per l’intero anno oppure dal 1 febbraio al 30 giugno 2019 per poter essere esonerati per tutto il secondo semestre dell’anno corrente.

Il pagamento anche per quest’anno è stato previsto con il pagamento della bolletta della corrente elettrica per coloro quindi che risultano possessori di una fornitura elettrica come residente, mentre per coloro i quali non è possibile effettuare l’addebito in fattura l’abbonamento Rai, viene pagato con modello F24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.