Scoppiettante la puntata di Domenica Live andata in onda domenica 24 novembre. Tra gli ospiti di Barbara D’Urso sono c’erano anche Vladimir Luxuria e Vittorio Sgarbi. I due hanno avuto una brutta discussione durante una puntata di Live Non è La D’Urso. Vittorio Sgarbi, in particolare, si era scagliato con durezza contro Luxuria dicendo parole che hanno lasciato tutti a bocca aperta: “Ce l’hai il ca**o o no? Sei un uomo? Allora sei una donna? Non hai il ca**o quindi?! Io amo i travestiti, ho sempre avuto rispetto per te. Vuoi litigare.

Non mi rompere il ca**o!”. Barbara D’Urso non poteva immaginare quello che sarebbe successo a Live così ha deciso di scusarsi in diretta con il suo pubblico: “Voglio mandare un abbraccio pubblico a Vladimir Luxuria perché c’è rimasta male del fiume in piena che è stato Vittorio Sgarbi l’altra sera. Sapete lui è inarrestabile, nessuno riesce a fermarlo e Vladi è l’unica che sa gestirlo” ha detto la D’Urso. 

E ha aggiunto: “Probabilmente, l’altra sera Vladi era un pochino più fragile. Ci siamo scritti l’altra notte al termine della trasmissione, ci siamo mandate dei cuori su WhatsApp. Mi dispiace che sia accaduto in una mia trasmissione!”. Nella stessa serata è poi arrivato un tweet di Vladimir Luxuria: “L’omofobia e la transfobia si combattono sempre: quando accade fuori ma anche quando si verifica dentro uno studio televisivo”.

Proprio a seguito di quel tweet, forse, la D’Urso si è sentita in dovere di invitare di nuovo Luxuria. E di nuovo Sgarbi. Proprio a seguito di quanto accaduto in tv, ricordiamo che, in occasione della giornata dell’omofobia, Vladimir Luxuria aveva postato la foto di quando era giovane. E uomo. Nello scatto postato su Instagram si è mostrata quando era adolescente. E ha scritto così: “Mai dimenticare chi ero ieri…”.

“Per capire meglio chi sono oggi mai dimenticare i lividi delle botte sul viso e le ferite del dolore sul cuore per gli insulti e le porte sbattute in faccia: queste cicatrici sono medaglie alla resistenza di chi non si arrende e continua a credere nella principale libertà: essere se stessi #giornatamondialecontrolomofobia#omofobia #transfobia», si legge nel post dell’ex deputata”. Un gesto che è stato molto apprezzato da tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here