Streaming live Napoli – Sampdoria diretta web gratis Link tv Su Rojadirecta

Dopo il pareggio e la sconfitta in Coppa Italia contro il Milan, gli azzurri di mister Ancelotti tornano al San Paolo dove hanno bisogno di una vittoria per rilanciarsi e avvicinarsi alla Juventus capolista. Non sarà una gara semplice per il Napoli perchè di fronte ci sarà la Sampdoria dell’ex Fabio Quagliarella, una delle squadre più in forma in questo momento.

Dove vedere Napoli-Sampdorita, diretta tv e streaming gratis

Napoli-Sampdoria sarà trasmessa in diretta tv e in esclusiva da Sky su Sky Sport Serie A (canale 202) e Sky Sport 251. Gli abbonati a Sky potranno seguirla in streaming gratis da pc, tablet e smartphone tramite le piattaforme online Sky Go e Now TV. Per questa partita non è prevista la diretta streaming su DAZN che però trasmetterà il posticipo serale Juventus-Parma.

Siamo giunti alla 22esima giornata di Serie A Tim oggi, sabato 2 febbraio 2019, alle ore 18:00 presso lo stadio San Paolo di Napoli, scenderanno in campo il Napoli che giocherà contro la Sampdoria. La squadra partenopea cerca di rifarsi dopo la pesante sconfitta subita per 3 a 0 all’andata. Gli ultimi giorni per il Napoli non sono stati così tanto sereni, dopo il pareggio arrivato in campionato contro il Milan ed una sconfitta in Coppa Italia subita ancora una volta in trasferta a Milano. L’umore quindi non è proprio alle stelle, ma il Napoli cercherà di rifarsi, sperando in una vittoria contro la Sampdoria che invece arriva da una vittoria anche piuttosto importante contro l’ l’Udinese.

La partita di stasera, dunque, si preannuncia come una partita molto importante per lo stile di gioco di entrambe le squadre e anche piuttosto spettacolare. C’è da dire che il Napoli capitanato da Carlo Ancelotti, ha ormai ben saldo il secondo posto in classifica con 48 punti, frutto di 15 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte e si trovano ad 11 punti dalla capolista che come sappiamo è la Juventus. I doriani di Giampaolo, invece, sono alla ricerca di un posto in Europa e occupano il sesto posto con 33 punti, dopo aver collezionato 9 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte. Da una parte, dunque, ci sarà il Napoli con Arkadiusz Milik, che è il miglior marcatore degli azzurri con 11 goal e 18 presenze, dall’altra invece c’è Fabio Quagliarella, che è il capocannoniere della Sampdoria e del campionato con ben 16 reti in 20 partite.

Napoli Sampdoria, come e dove vedere la partita

Napoli Sampdoria sarà trasmessa questa sera in diretta e anche in esclusiva da Sky e più nello specifico su sky sport Serie A canale 202 e Sky Sport 251. Gli abbonati a Sky potranno seguire la partita in streaming direttamente da tablet, PC e smartphone, attraverso le piattaforme Sky Go e Now TV. E’ possibile anche seguire la partita in diretta streaming, attraverso uno di tanti siti presenti online. Sono tanti i portali che offrono la possibilità di assistere ad eventi sportivi in diretta streaming. Molti di questi non offrono una grande qualità dal punto di vista audio e video. La partita si giocherà questa sera sabato 2 febbraio 2019 alle ore 18:00, presso lo stadio San Paolo di Napoli. La sfida tra Napoli e Sampdoria sarà diretta dall’arbitro Luca Pairetto di Nichelino, coadiuvato dagli assistenti Pasquale De Meo di Foggia e Salvatore Longo di Paola, mentre il quarto ufficiale sarà Ivano Pezzuto di Lecce. Al Var invece Federico La Penna di Roma 1 e Fabrizio Posado Di Bari.

Probabili formazioni di Napoli-Sampdoria

Napoli (4-4-2) Meret; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski; Milik, Insigne

Sampdoria (4-3-1-2) Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Jankto, Ekdal, Linetty; Ramirez, Defrel, Quagliarella

Dove vedere Napoli Sampdoria, diretta tv e streaming

La partita che si giocherà questa sera 2 Febbraio 2019 alle ore 18:00, presso lo stadio San Paolo, sarà trasmessa in esclusiva diretta streaming su Dazn, ma ovviamente sarà visibile anche su altri dispositivi. La versione integrale della partita si potrà anche guardare on demand e quindi tutti gli appassionati e tifosi potranno rivedere la gara quando vorranno. Ovviamente sarà possibile guardare il big match in televisione qualora si possiede una smart TV, scaricando l’applicazione, avendo sottoscritto un abbonamento a Mediaset Premium o a Sky Q. In questo caso però bisognerà vedere se la TV di cui si è in possesso è compatibile con il servizio Dazn. Se non siete ancora abbonati a Dazn, potrete vedere la partita in modo assolutamente gratuito, visto che il primo mese lo offre la piattaforma. Dovrete solo effettuare la registrazione ed attivare l’abbonamento per un mese gratuitamente. Poi se vi troverete bene con la visione, potrete continuare con l’abbonamento al costo di 10 euro al mese.

Rojadirecta Napoli-Sampdoria

ROJADIRECTA Napoli Sampdoria – Come sito di streaming gratuito uno dei più famosi è Rojadirecta. Il sito spagnolo dovrebbe presentare il link della gara poco prima dell’inizio del match. Vi ricordiamo, come sempre, di non usare questa pratica, visto che potreste incorrere in multe e sanzioni elevate.

Fabio Quagliarella vede azzurro. La Sampdoria vede Napoli. E sotto il Vesuvio forse può passare anche un pezzo d’Europa. Quanti destini incrociati nella sfida del San Paolo. Il capitano doriano potrebbe battere proprio a Fuorigrotta, contro la squadra del suo cuore, il record già eguagliato la scorsa settimana di Batistuta, che nel 94/95 si fermò a 11 partite consecutivamente a segno con la maglia della Fiorentina. E sempre Quagliarella – che solo due giorni fa ha festeggiato i suoi primi 36 anni – ieri è stato ufficialmente convocato in nazionale per lo stage di lunedì e martedì a Coverciano. Un ritorno in azzurro dopo nove anni che ha il sapore del trionfo personale per il bomber di Castellamare di Stabia, alla faccia della carta d’identità.

Il ritorno di Quagliarella a Napoli – in una città che negli ultimi anni ha compreso le reali ragioni (una brutta storia di stalker) di quell’addio del 2010 direzione Juventus e che forse sogna ancora di vederlo in maglia partenopea – è uno dei tanti temi di giornata. All’andata Quagliarella segnò un gol di tacco, da cineteca: forse il più bello dell’intero campionato. Attenzione però anche a Giampaolo, l’allenatore di questa Samp che la scorsa estate – prima dell’arrivo di Ancelotti alla corte di De Laurentiis – era stato accostato a più riprese alla panchina azzurra per il dopo Sarri. E poi Gabbiadini e persino Tonelli, altri due freschi ex di turno che potrebbero partire dalla panchina. Tra un sentimento e l’altro però ci sarà una partita da giocare. «Ci piacerebbe poter ripetere la partita dell’anno scorso, magari questa volta con un risultato diverso» sorride Giampaolo, che nelle ultime due stagioni alla guida della Samp ha sempre perso al San Paolo di misura.

«Passeggiate non se ne fanno, non ne abbiamo mai fatte – dice Giampaolo – Il Napoli in casa quest’anno non ha mai perso. Una squadra fortissima con qualità tecniche straordinarie. Ma non significa niente. All’inizio saremo 11 contro 11». Ma sarà un altro Quagliarella day? «Sono convinto – prosegue – che Fabio baratterebbe una vittoria della sua squadra di fronte a un record straordinario. Lo metterebbe in palio. Però se io fossi un compagno farei di tutto per farglielo raggiungere, questo primato straordinario. Vorrebbe dire entrare nella storia insieme a Fabio. Come dire, Quagliarella faceva parte di quella squadra dove c’ero anche io». Il mercato dei doriani – dopo il ritorno di Gabbiadini – si è chiuso con l’arrivo di Sau e con qualche operazione in uscita. «Sono contento che il mercato si sia chiuso, è stata una settimana di rotture di scatole. Sapete che sono contrario alle trattative in questo periodo – dice il mister – uno è uscito, uno è entrato. E’ andato via chi aveva da andare a giocare. Voglio ringraziare Regini, un ragazzo straordinario dal punto di vista tecnico e professionale. Kownacki reclamava un minutaggio maggiore. Abbiamo scelto Sau che è un calciatore che si può ben contestualizzare nel nostro gioco». Una Samp che vuole lottare per l’Europa? «Le prime 12 sono racchiuse in pochissimi punti – chiosa Giampaolo – serve una buona continuità. La Samp deve dire la sua senza tradire i suoi principi. Certi traguardi possono essere delle imprese».

 Una delegazione di tifosi blucerchiati – con tanto di striscioni, cori e bandiere – ha caricato la Sampdoria ieri pomeriggio in partenza verso Napoli dall’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. Le scelte di formazione non sono scontate per Giampaolo. Probabile che sia ancora Defrel a scendere in campo dall’inizio – in attacco – al fianco di Quagliarella, con Gabbiadini pronto a subentrare a gara in corso. Ballottaggio tra Saponara e Ramirez sulla trequarti, con quest’ultimo favorito. Ci sarà Jankto a centrocampo vista la squalifica di Praet e l’indisponibilità di Barreto (out anche Sala e Caprari, non convocato Sau che è appena approdato alla Samp). Al centro della difesa dovrebbe esserci spazio ancora per Colley al fianco di Andersen.  

Tra i convocati anche il giovane centrocampista Simone Trimboli, talento genovese classe 2002 (fa parte della nazionale Under 17) e uno degli elementi della Primavera doriana, Yaya Mpie, attaccante belga classe 2001.  

Il rischio è cadere nella trappola di un campionato poco stimolante, la possibilità è confermarsi squadra di grande livello al di là della posta in palio. Contro la Sampdoria, il Napoli è chiamato ad una prova di grande carattere e prima ancora che ai calciatori, in questa fase si sta affidando gli uomini. Il distacco di 11 lunghezze dalla Juventus e il vantaggio di 8 punti dall’inseguitrice Inter pongono il Napoli in una posizione di stallo: è troppo lontano per tentare l’assalto alla capolista, ma anche troppo staccato per lasciarsi impensierire dalla terza della classe. Il campionato e le posizioni in classifica però, devono lasciare spazio alla voglia di reagire: il Napoli ha bisogno di una vittoria che dia morale, oltre alla forma migliore in vista dell’Europa League che tra qualche settimana entrerà nel vivo. E, non ultimo, ha necessità di riconquistare il suo pubblico. Stasera il San Paolo non sarà pieno e toccherà alla squadra dimostrare agli assenti che valeva la pena assistere allo spettacolo. Riceverà ugualmente la carica giusta il Napoli che tra le mura amiche è imbattuto da 16 incontri in Serie A (13 vittorie, 3 pareggi), più di ogni altra squadra nella competizione. Reggono il passo solo Liverpool e Borussia Mönchengladbach nei top-5 campionati europei: nello stesso intervallo temporale, il Liverpool ha conquistato 13 vittorie e 2 pareggi e il Borussia Mönchengladbach 12 vittorie e 1 pareggio. Una reazione immediata se l’aspetta anche Ancelotti che da stasera avrà tutta la rosa a disposizione (manca solo Younes tra i convocati), compresi Albiol e Hysaj che erano in dubbio fino a ieri, oltre ad Hamsik. E ripartire dal capitano è d’obbligo per il Napoli che ha bisogno di ritrovare certezze, quelle che garantiva Allan. Stasera dovrebbe tornare nuovamente titolare mentre non ci sarà Fabian, squalificato, e al suo posto potrebbe esserci Zielinski. In attacco il ballottaggio è aperto e se da un lato Milik sembra certo della titolarità del ruolo, dall’altro Insigne e Mertens si giocano una maglia. Il Napoli vuole ritrovare il feeling col gol: ha segnato in media 1.2 gol nelle ultime 6 gare di campionato, una media troppo bassa per una formazione votata all’attacco. Intanto, il Napoli fa sapere che ha trovato l’intesa col comune di Dimaro-Folgarida e per il nono anno consecutivo svolgerà il ritiro pre campionato nella località Trentina. L’accordo è stato rinnovato e sarà sottoscritto lunedì mattina, nel corso della conferenza stampa indetta per ufficializzare il rinnovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *