Johnny Depp e le nuove accuse all’ex moglie Amber Heard “Mi ha spento una sigaretta sulla guancia”

Nuove pesanti accuse arrivano da Johnny Depp nei confronti dell’ex moglie Amber Heard. La guerra tra i due ex coniugi non sembra placarsi. Proprio mentre l’attrice si trovava a Giffoni ad incontrare giovani e parlare del Movimento MeToo e di revenge porn, è stata pubblicata sul sito The Blast una fotografia che mostra una foto di Depp disteso su una barella con una ferita che a dire da uno dei suoi legali, sarebbe stata procurata proprio da Amber Heard al marito spegnendogli una sigaretta sulla guancia. Questa foto insieme ad altri documenti rientrano in quella causa che l’attore insieme ai suoi legali sta portando avanti ormai da diverso tempo contro una rivista che pare lo abbia definito un Wife Beater, ovvero marito che picchia la moglie.

Questo triste fatto sarebbe accaduto durante un viaggio fatto in Australia nel 2015, che pare sia stato già al centro di diverse accuse da parte di entrambe le parti. L’attrice secondo una ricostruzione pare che abbia tentato di attaccare Depp colpendolo con una bottiglia ma senza prenderlo.In quell’occasione, sembra che il motivo del litigio fosse stato che Heard aveva sentito una telefonata tra il marito e i suoi legali per stabilire un contratto post-matrimoniale.

Pare che l’attore nonostante non bevesse alcolici da oltre un anno e dopo aver evitato la moglie per un giorno intero, avrebbe deciso di recarsi all’angolo bar del piano di sotto per consumare qualcosa e la moglie lo avrebbe sorpreso iniziando ad urlargli contro ed a lanciargli delle bottiglie. Poi Depp sarebbe riuscito ad evitare la prima bottiglia ma non la seconda, che avrebbe causato l’incidente del dito mozzato. A quel punto Amber avrebbe approfittato di un momento di debolezza ed avrebbe spento una sigaretta sulla guancia del marito. L’avvocato di Deep, continua a ribadire ancora oggi a distanza di diverso tempo che è il suo assistito la vittima della violenza domestica e chiede quindi se il movimento Metoo si occupa anche degli uomini vittime di violenza.

Al Giffoni Film Festival l’attrice texana per due anni moglie di Deep dice: “Ancora l’opinione delle donne non vale come quella degli uomini. E questa cosa mi fa infuriare tremendamente e al tempo stesso mi ispira all’azione”. Poi aggiunge: “Un tempo in America, c’era una legge ‘orribile’ per cui in tribunale se a deporre c’erano ‘non bianchi’ ne servivano almeno due perché la testimonianza fosse considerata attendibile, mentre ne bastava uno solo ‘bianco’. La stessa cosa accade ancora oggi alle donne. Pensiamo al MeToo. Prima di venire credute in quante hanno dovuto denunciare cosa era successo? 25, 35, 45 donne? Laddove la parola di un solo uomo viene presa sul serio…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *