Press "Enter" to skip to content

Mara Venier e Barbara D’Urso guerra finita: «Le donne devono essere unite»

Scoppia la pace tra le due signore della Tv. Parola di Mara Venier. La padrona di casa di Domenica in, su Raiuno, abbraccia a distanza Barbara d’Urso negando screzi, polemiche e invidie che hanno tenuto banco durante la stagione appena trascorsa con la conduttrice di Domenica live, su Canale 5.

Buoni sentimenti, insomma: proprio come quelli di cui parlerà il nuovo show di Mara, La porta dei sogni, che da dicembre andrà contro un’altra grande amica, Maria De Filippi, e il suo C’è posta per te. Si preannuncia così un altro testa a testa tra regine degli ascolti. Ma la Venier, ora in vacanza con il marito Nicola Carraro, pensa solo a rilassarsi e a partire con il piede giusto.

Mara, allora nessuna polemica con Barbara d’Urso?«Noi siamo sempre state a- miche. E un programma non può cancellare un’amicizia vera. Siamo state dirimpettaie e hanno tentato in tutti i modi di farmi litigare con Barbara. Però non ci sono riusciti».Eppure pareva che i rapporti tra voi si fossero incrinati parecchio…

«C’è stata qualche polemica, ma ha fatto gioco a tutti. Però, quando c’è rispetto per me c’è tutto. E noi comunque ci siamo sempre rispettate».Sii sincera: neanche un pizzico di rivalità?
«Noi donne dobbiamo sempre essere unite e solidali l’y- na con l’altra. È stupido entrare in competizione, perché ce l’abbiamo fatta da sole e ciascuna a proprio modo. Abbiamo talento, non siamo più bambine e quindi vuol dire che qualcosa sappiamo fare».

A Domenica in hai dimostrato di saper fare molto… «Sono sempre stata me stessa. Ci ho messo tutto, cuore e tanta fatica. Quando mi hanno richiamata, mi sono detta: “Faccio quest’anno e poi arrivederci”. Non avevo nulla da perdere. E invece quella di quest’anno è stata la mia Domenica in più bella, quella della mia rivincita personale».
In che senso? «Forse avevo bisogno di chiudere il cerchio in un certo modo. Però non avrei mai pensato che il cerchio non si sarebbe chiuso. E infatti eccomi ancora qui: si vede che qualcosa di buono in dieci edizioni di Domenica in l’ho fatto».

Ormai si può dire che ti senti a casa in quello studio televisivo?«Domenica in è un programma che ho fatto io dall’inizio alla fine. Andavo in onda senza neanche parlare con gli autori, lo costruivo già dal lunedì mattina. Ero io, era casa mia, con i miei amici, con le persone che mi vogliono bene. Ho avuto diverse dimostrazioni di amicizia e di affetto da parte di tanti personaggi: ho aiutato tante persone e quel bene mi è ritornato tutto. Questa è la cosa più bella che ho capito in questi anni».

Questo è stato l’anno della tua rivincita con il ritorno in Rai. Se ti guardi indietro ci sono stati anche parecchi momenti diffìcili?«Ho avuto diversi momenti in cui mi sono messa molto jn discussione: è chiaro che, quando prendi certe mazzate, patisci. L’ultima Domenica in invece mi ha fatto capire che questo non è un mondo di cinici, dove uno pensa solo ài proprio orticello, anzi…».

Da dicembre ti aspetta una nuova sfida in prima serata. Ci sveli quello che ci dobbiamo aspettare?«Sì, condurrò La porta dei sogni e sarà un programma sulle emozioni. D’altra parte con me o si ride oppure ci si commuove. Non ci sono mezze misure, io sono così. È il programma perfetto per me».

Ti scontrerai con C’è posta per te su Canale 5 con la De Filippi. Sei preoccupata? «Quando me l’hanno proposto, io ho risposto tutta preoccupata: “No, no, io un programma serale no”. Non avevo preso in considerazione questa possibilità: le mie colleghe vogliono sempre fare di più, io invece vado sempre a sottrazione. A me bastava Domenica in e invece poi ho capito che la trasmissione era perfetta per me. Parla di sentimenti e di verità, è molto bella».

Poi c’è dell’altro. È vero che condurrai anche un programma in radio? «Sì, non mi sono fatta mancare niente. Sarà un’ora su Radiodue. Chiamate Mara 3131… In questo caso il progetto era interessante e a me piace avere un filo diretto con gli ascoltatori».

A questo punto sorge una domanda spontanea: ma tu non ti fermi mai? «In effetti sono un pochino stanca! Mi è venuta anche un’allergia dovuta all’aria condizionata. Sembra mi abbiano dato due cazzotti (ride, ndr). Sto facendo troppo? Dovrei inoliare qualcosa?».
Ti abbiamo visto al matrimonio di tuo figlio Paolo. Adesso almeno andrai in vacanza oppure no?
«Parto tra poco e vado a Santo Domingo, come sempre. Sulla sdraio, però, penso anche al lavoro: io non riesco a staccare. Chissà, magari proprio sdraiata al sole viene fuori l’idea giusta».

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *