Press "Enter" to skip to content

Mara Venier riceve dei calci in testa da Claudietto: “chiede aiuto sui social”

Il mondo del gossip torna a parlare ancora una volta di Mara Venier. La conduttrice italiana è diventata protagonista di un nuovo episodio particolare. Perché Mara Venier ricevuto dei calci in testa al punto di dovresti difendere?

Mara Venier stagione televisiva 2019/2020

In questa settimana abbiamo avuto più volte in modo di parlare di Mara Venier perché protagonista indiscussa delle news che riguardano i palinsesti Rai. La prossima stagione televisiva 2019/2020 avremo modo di vedere la conduttrice protagonista indiscussa di Domenica In e non solo.

Nel momento clou dell’inverno Mara Venier sarà in competizione in diretta con Maria De Filippi. In particolar modo troveremo questa al timone del programma la porta dei sogni nel periodo in cui Maria De Filippi invece tornerà in prima serata impegnata nella conduzione di C’è posta per te. Ma il tutto però non finisce qui.

Mara Venier riceve dei calci in testa

In questi anni Mara Venier è diventata anche una reginetta dei social network. Quanto detto ha fatto sì che la sua fama cresce permettendole di tornare sulla cresta dell’onda diventando la beniamina di grandi e piccini. Ciò che ha caratterizzato Mara Venier sui social network riguardavo la condivisione di momenti di quotidianità che hanno fatto si che in molti si rivelassero in lei.

Per capire meglio quando siamo dicendo possiamo far riferimento all’essere non di Mara Venier. Un esempio pratico è uno degli ultimi video postati del suo profilo Instagram virgola in un momento di gioco con il piccolo Claudietto, nonché il nipote che può fare tutto come la stessa ha scritto in un post pubblicato qualche settimana fa. Adesso troviamo Mara Venier nuovamente protagonista di un momento di dolcezza con il piccolo Claudietto, anche se questo le dà dei calci in testa. Scopriamo insieme cosa è successo.

Mara Venier nonna

Mara Venier ha sempre affermato di essere una nonna rock. La conduttrice invia occasioni ha raccontato di avere un bellissimo rapporto con i propri nipoti, proprio come dimostrato da un video condiviso sui social dove abbiamo modo di vederla in un momento di gioco con il piccolo Claudietto. Il bambino con lei può permettersi davvero di tutto, e basta guardarla per trovare il sorriso. Il momento di gioia ha intenerito i fan che hanno subito commentato il post complimentandosi con lei e per il suo modo di essere nonna. Un utente del social, particolarmente commosso, ha scritto: “Bellissimo il bimbo ed è bello vederti felice insieme a lui“.

Questa ‘Domenica In’ è la rivincita della mia vita

A un certo punto la tv di Stato aveva pensato che Mara Venier fosse troppo vecchia per la televisione e che sarebbe stato meglio lasciare spazio a volti nuovi, alle più giovani, ma avevano torto e lei lo ha dimostrato in pieno con una stagione al timone di “Domenica In” davvero alla grande. La simpatica presentatrice ha spiegato in dettaglio come sono andate le cose: «Il problema è che, ad un certo punto, qualcuno pensa che tu debba essere rottamata, perché non sei più giovane: sei da far fuori

E’ successo anche a me, qualche anno fa», ha detto a “Il Corriere della Sera”. Mara Venier, 68 anni, con la sua “Domenica In” ha fatto davvero strike con ascolti di 3 milioni e 188 mila spettatori a puntata ma non basta. Va molto forte anche sulle pagine social (uno strumento amatissimo soprattutto dai giovani) con più di un milione e mezzo di follower su Instagram. Pensate che una diva di Hollywood della grandezza di Susan Sarandon ne ha un milione e duecentomila. «E anche Susan, nella emancipatissima America ha avuto i suoi problemi di carriera legati all’età: il problema delle donne è che ad un certo punto della carriera finiscono in un binario morto.

Nel mio caso, però, la vecchia, l’hanno richiamata!», spiega con la sua proverbiale simpatia e ironia aggiungendo che «questa “Domenica In” è la rivincita della mia vita: fanno presto a umiliarci, a metterci all’angolo. Per questo il mio successo la dedico alle donne». Quando è rientrata in Rai e le è stata assegnata la conduzione dello show domenicale, Mara non ha avuto né esitazioni, né paure, al contrario si è emozionata nel rientrare in camerino, quel camerino che, ha raccontato, dal 1993 è stato lo sfondo dei suoi cambi di vita e dei suoi amori visto che di edizioni me ha presentate tantissime: ben dieci!

Quando si sono accese le telecamere alla prima puntata, il primo pensiero della brava presentatrice veneta è stato per sua madre che purtroppo non c’è più: «Mi sarebbe piaciuto che avesse potuto vedere il mio ritorno, era il suo sogno, me lo chiedeva sempre». Ha dichiarato di amare i social e di avere raggiunto un pubblico più vasto proprio grazie alla rete: «Quando qualche anno fa venne in trasmissione Tiziano Ferro, mi chiese un autografo e subito dopo mi disse che era per sua nonna. In quel momento mi sono resa conto che il mio pubblico era quello delle zie e delle nonne, che peraltro adoro. Attraverso Instagram ho preso tutta una parte che non avevo».

Ha svelato poi che il suo ingresso nel mondo dei social si deve nientedimeno che ad Alessia Marcuzzi: «C’è stata la spinta di Alessia Marcuzzi, che amo come una figlia», ha spiegato. «Mi ha chiesto se ero iscritta a Instagram, le ho detto che non sapevo cosa fosse. Lei mi ha risposto: “dobbiamo subito aprire il tuo profilo”. Nei quattro anni a Mediaset mi sono sentita libera di fare quello che mi pareva: anche per questo non voglio competere con la tv commerciale, devo solo dire grazie». Mara è una donna coraggiosa e ha sfidato tutti quelli che la volevano fuori dalla tv per limiti di età e ha vinto, ma se cosi non fosse stato ha giurato che non se la sarebbe presa più di tanto. «Non avrebbe cambiato la mia vita, volevo dare al pubblico tre ore di intrattenimento classico, una domenica di buon livello. Per me l’intervista alla sorella di Stefano Cucchi è stato un momento di grande intensità».

Rivale sulla carta di Barbara D’Urso della quale negli anni è sempre stata molto amica, a “Un Giorno da Pecora” su Radio Rail Mara ha smentito ogni acredine tra loro due. «Invitare Barbara D’Urso a “Domenica In”? E’ una bella idea, sarebbe bellissimo, e perché no? Barbara, vieni ospite da me, e poi verrò io da te. Sarebbe carino uno scambio, faccio questa proposta: tra donne bisogna esser solidali». Sempre parlando della D’Urso, Mara ha spiegato con umiltà che «è la più brava. Barbara è bravissima, la numero 1, ho una grande stima di lei». Ha confessato anche che non pensava che la Rai l’avrebbe richiamata… li l’avevano allontanata dicendole chiaramente che era da rottamare e questa cosa l’aveva ferita molto e ci era stata male. Ma non aveva dato soddisfazione a nessuno. Dopo che il grande successo è tornato da lei, cosa farà Mara in futuro? Ha detto di non saperlo ancora e per il momento di non aver firmato nessun contratto per la prossima stagione ma è certo che il pubblico la rivuole e questo è un fatto.

Mara Venier, nata a Venezia nel 1950, dopo un passato di at-; trice che le fa capire che non è quella la cifra in cui spendersi, inizia la Scalata in televisione, fino alla consacrazione per un decennio a Rail, dove presenta Domenica in. Dopo varie incursioni a Mediaset, rientra lo scorso anno in mamma Rai, e con la leggera semplicità di chi non ha nulla da perdere, risolve a suo favore la concorrenza con Domenica Live che da anni vedeva vincitrice Barbara D’Urso. Oggi più che mai, non ha bisogno di presentazioni: riqualificata a pieno titolo “signora della domenica”, dopo avere trionfato a suon di auditel, portando a casa la sfida del suo rientro in Rai.

E l’azienda non solo la riconferma a Domenica in, a furor di popolo, ma la moltiplica e trasforma da una in trina, affidandole un programma in prima serata. La porta dei sogni, dove dovrebbe vedersela contro la signora di Canale 5 Maria De Filippi e la sua corazzata di C’è posta per te, aggiungendo, in un bagno di gioventù, una trasmissione a Radio Rai2.
La domanda è ovvia, ma un bilancio sulla stagione appena trascorsa di Domenica in è d’obbligo.

Sono felice: posso affermare che per quello che mi riguarda, questa è stata l’edizione di Domenica in più bella di sempre. Quando mi hanno richiamata, ho accettato con lo spirito di chi non ha nulla da perdere. Fosse andata male, avrei fatto solo la stagione scorsa, invece è andata al di là delle più rosee aspettative. Ma ripeto, io non ne avevo!

Qual è stato il quid che ha fatto la differenza? Sul piatto della bilancia ho messo in gioco Mara e dall’altro lato nulla. Alla mia età non è affatto poco: avevo dalla mia tutte le lacrime, le gioie, le esperienze, i vissuti, che ho regalato con generosità e senza riserve, a chi mi segue da sempre. Sono stata me stessa, senza mediazioni, ed il pubblico, che è in grado di cogliere la verità, mi ha premiata. Tuttavia ne sono uscita e sono, ancora frastornata e un poco incredula di un successo che, in tale misura, davvero non avevo preventivato. Sembra anche una rivincita personale.
Lo è! Questa è stata la “mia” domenica, quella in cui, ero disposta a ritornare a casa dopo una stagione, se i numeri mi avessero condannata.

Era più importante chiudere il cerchio con me stessa, che rincorrere il successo per il successo. D’altronde, ho già una lunga carriera, e non avevo più bisogno di chissà quali conferme.
Una soddisfazione particolare? Ho trasformato il set televisivo nel salotto di casa, dove gli amici spesso sono venuti da me senza compenso, lo sono molto mattiniera, e già da lunedì, appena spente le luci della domenica, pianificavo gli incontri e le interviste. C’era una coincidenza perfetta tra me e la trasmissione: Domenica in ero io! Non avevo neanche bisogno di fare la classica riunione domenicale, perché sapevo perfettamente tutto!

Ci saranno dei cambiamenti? Ho rifiutato il prolungamento, perché convinta che la trasmissione sia perfetta fino alle 17.30, e visto che il programma è andato benissimo in questo modo, non trovo il motivo di modificarne la fascia oraria. Mi si vedrà, come di consueto, a partire dal 15 Settembre, alle ore 14 su Rai Uno.
Mi dici del tuo impegno particolare a Radio Rai2? Inizio con quattro speciali, e poi da gennaio procedo con un quotidiano. Tornare in radio equivale a un bagno di gioventù! L’ho fatta solo da ragazza, tantissimo tempo fa con Platinette. La trasmissione si chiama Chiamale Mara 3131. sulla falsa riga dell’epocale Chiamate Roma 3131. ideata da Luciano Rispoli e condotta da Gianni Boncompagni, antesignana nel creare per la prima volta un filo diretto tra radio e ascoltatore. Come sempre andrò a ruota libera, assistita da uno stuolo di ospiti

Con La porta dei sogni arai la competitor della “signora” di Canale 5 Maria De Filippi. Quando Teresa De Santis, direttrice di Rai 1. mi ha proposto questo programma, che andrà in onda a partire dal 20 dicembre, d’istinto ho replicato “io non sono adatta al serale!” I miei colleghi sgomitano per fare di più e io voglio fare di meno! Poi ho riflettuto, e mi ha allettata la prospettiva di lavorare sulla spontaneità delle emozioni, che è la mia caratterista come persona prima che come presentatrice.

La gioia più grande? Mi è ritornato quello che ho dato, ed è la prova che per avere dei i risultati in quest’ambiente non bisogna per forza essere cinici.
Mi sono resa conto che non pensare solo a se stessi ed essere generosi, porta a grandi dimostrazioni di affetto, avute anche da grandi personaggi. Certo non sono mai stata così carica d’impegni come in questo periodo della mia vita, ma sono felice così!

Cerano pochi dubbi, ma adesso arriva l’ufficialità:  Mara Venier sarà ancora la signora della domenica; ha infatti firmato il nuovo contratto Rai per la prossima stagione. E così dopo essere stata la regina indiscussa del palinsesto invernale appena terminato, Mara si prende un’altra rivincita, meritatissima, e torna più carica che mai, per la gioia del pubblico che la ama e che aveva richiesto a gran voce la sua conduzione anche per la prossima stagione di “Domenica In”. Nell’ultima edizione, infatti, non c’è stata partita: è stata lei la regina degli ascolti, realizzando con enorme successo quello che per anni era stato un sogno della madre, scomparsa dopo una lunga lotta contro l’Alzheimer. La conduttrice televisiva aveva spiegato, infatti, in una recente intervista al “Corriere della Sera”, che il suo primo pensiero, quando si sono riaccese le telecamere di “Domenica In”, è stato proprio per lei. “Mi sarebbe piaciuto che avesse potuto vedere il mio ritorno, era il suo sogno.

Ame lo chiedeva sempre. La perdita di mia madre è il mio dolore più grande. Soffriva di Alzheimer, il giorno in cui sono andata a trovarla in clinica e lei mi ha detto con gli occhi persi: ‘buongiorno signora’ sono morta anche io”. Ma Mara, secondo indiscrezioni, non sarà solo la protagonista delle domeniche pomeriggio: la bella conduttrice sarebbe infatti al lavoro per un nuovo progetto, sempre firmato Rai, nella fascia serale. A rivelarlo, a modo suo, è stata lei stessa, che su Instagram ha anticipato la notizia con uno scatto che la ritrae al lavoro con la didascalia: “Si lavora a nuovi progetti” corredata da hashtag significativi come: #serale, #raffa, #raiuno. La vedremo presto in compagnia della mitica Carré in un programma in prima serata? Gli indizi fanno ben sperare e i suoi fan sono entusiasti. Intanto, ciò che si sa, è che sarà la conduttrice di un programma dal nome “La Porta dei Sogni”, che andrà in onda il venerdì su Rai Uno, a dicembre – e proprio in questo show potrebbe essere affiancata dalla Carré – e di un programma su Radio 2, durante il quale gli ascoltatori potranno parlare direttamente con lei al telefono. Mara vive un periodo felice della sua vita che è sì piena di lavoro, ma anche di amore. Se infatti Nicola è lontano e quando può la raggiunge in Italia, è anche vero che non le mancano gli affetti più importanti. Si prende cura dei nipotini e si diletta a fare la nonna. Quando poi ha qualche momento libero, non perde occasione per aggiornare la sua pagina Instagram, dove è super seguita e i suoi video e foto fanno sempre il pieno di like. Ti aspettiamo, zia Mara!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *