Michael Schumacher, l’inedita dichiarazione fatta da Ayrton Senna: “Non mi sono piaciuti i suoi atteggiamenti”

Michael Schumacher, l'inedita dichiarazione fatta da Ayrton Senna: "Non mi sono piaciuti i suoi atteggiamenti"

Michael Schumacher, l'inedita dichiarazione fatta da Ayrton Senna: "Non mi sono piaciuti i suoi atteggiamenti"

Nel corso delle ultime ore è state rese note delle inedite dichiarazioni che ha rilasciato Ayrton Senna pubblicate da Interlagos, il 24 marzo 1994 in Brasile. Il pilota aveva rilasciato delle dichiarazioni davvero interessanti su Michael Schumacher. I due hanno animato i momenti più belli della Formula 1, le emozionanti competizioni che li vedono come protagonisti sono momenti che hanno davvero segnato la storia dello sport.

Inedite dichiarazioni di Ayrthon Senna

Nell’articolo del 1994, si parla di un Ayrthon Senna come un condannato alla vittoria, dopo l’accordo raggiunto con Frank Williams per il ruolo da pilota nelle stagioni successiva. Qui, come pubblicato anche da il Quotidiano.net, è possibile leggere le dichiarazioni del pilota.: “Non credo di avere già vinto,– aveva spiegato Senna-. Penso che i pronostici siano figli di una realtà che non esiste più“. Sono diverse le riflessioni di Ayrton Senna, sfoghi inediti che nessuno aveva mai avuto modo di leggere prima. Il pilota, come riportato da Interlagos, parla della sua carriera a 360 gradi, puntando il dito anche verso Michael Schumaker.

“Michael è  molto forte”

L’intervista ad Ayrton Senna continua con una domanda su Michael Schumacher. Il giornalista chiede: “Non ho ancora capito bene quale sia la tua opinione sul giovane Schumi“. Il pilota cerca di non ‘cadere’ in trappola e risponde: “Secondo me hai capito benissimo“. Subito dopo, Senna, spiega il suo punto di vista facendo capire che tra i due non vi è alcuna rivalità: “Michael è molto forte. Ha una velocità naturale straordinaria. Lo rispetto e lo stimo. Non mi sono piaciuti certi suoi atteggiamenti e glielo ho detto in faccia“.
Ayrton Senna però, in questa occasione decide di raccontarsi in toto, facendo anche riferimento ad alcuni contratti pubblicitari che aveva stipulato durante quel periodo della sua carriera.

“Automobilismo e pallone”

In quegli anni, Ayrton Senna, come molti di noi ricordano, aveva deciso di continuare a correre con la Williams. Sempre in occasione dell’intervista pubblicata da Interlagos, Senna aveva avuto modo anche di parlare dei contratti pubblicitari affiliati al suo ruolo di pilota spiegando: “Però qui in Brasile hanno già lanciato la campagna pubblicitaria che abbina la tua Williams alla Selecao, la nazionale di calcio che in estate disputerà la Coppa del Mondo in America. Lo slogan è: il quarto è nostro. Inteso come titolo iridato“.
Infine, Ayrton Senna conclude dicendo: “È una bella idea promozionale, abbina due grandi passioni del mio popolo, l’automobilismo e il pallone. Ma io non ho ancora vinto. I calciatori nemmeno“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *