Modello 730, il conguaglio: è online l’assistenza Inps

Nei giorni scorsi finalmente l’Inps dato il via al servizio di assistenza fiscale ai contribuenti che possono così verificare on-line i conguagli fiscali risultanti dal modello 730/4 in cui è stato indicato l’istituto come sostituto di imposta. Si tratta quindi di un servizio online e il contribuente può tranquillamente verificare le risultanze contabili inviate all’INPS dal soggetto che ha gestito l’intera dichiarazione dei redditi accedendo direttamente al sito INPS e avvalendosi del servizio “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”.

I contribuenti quindi attraverso questo servizio online, potranno consultare diversi dati tra i quali:
– la conferma che i conguagli relativi alle risultanze contabili saranno effettuate sulle prestazioni istituzionali
– l’avvenuta ricezione da parte dell’Istituto delle risultanze contabili con il dettaglio dei relativi importi e la  denominazione del soggetto che ha effettuato l’invio
– il diniego con conseguente restituzione della dichiarazione 730/4 nei casi in cui non necessita il rapporto di sostituzione
– trattenute o rimborsi effettuati mensilmente sulle prestazioni erogate dall’INPS in applicazione della risultante dal modello 730/4.

A partire dal 15 luglio 2019 il servizio darà la  possibilità quindi a tutti i contribuenti di  poter effettuare anche la richiesta di annullamento oppure di variazione della seconda rata dell’acconto IRPEF o cedolare secca, entro il prossimo 30 settembre 2019, termine previsto dalla normativa vigente. Sempre nello stesso messaggio l’Inps pare che abbia ricordato come le risultanze contabili devono essere inviate direttamente all’istituto dai soggetti che gestiscono le dichiarazioni e quindi dall’agenzia delle entrate nel caso si tratti di una dichiarazione precompilata e da associazioni o professionisti abilitati nel modello cartaceo ad un intermediario.

E’ questa, dunque, la novità che è contenuta nel messaggio numero 2652 del 11 luglio 2019 ed è rivolto a tutti coloro che percepiscono una pensione o che sono titolari di un assegno di disoccupazione ed hanno indicato l’Inps come un soggetto tenuto ad effettuare le operazioni di conguaglio fiscale nella dichiarazione dei redditi. Come abbiamo visto quindi bisognerà accedere alla propria area riservata sul sito dell’Inps dove sarà possibile verificare le risultanze contabili relative al modello 730-4 sulla base dei dati che sono stati inviati da CAF, Agenzia delle Entrate o professionisti. A partire quindi dal 15 luglio attraverso il servizio online messo a disposizione dall’Inps si potrà verificare se a partire dal mese di agosto verrà erogato un rimborso IRPEF oppure se sarà decurtato dalla pensione oppure dalla disoccupazione parte del debito risultato in sede di presentazione del Modello 730 2019.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.