Rischio querela a Striscia la Notizia: la verità di Gerry Scotti

Pubblicato il: 19 Dicembre 2019 alle 12:52

Condurre un programma come Striscia la Notizia non è affatto semplice. Non si tratta di un semplice show preserale ma di un vero e proprio Tg satirico e di inchiesta dove ogni giorno vengono presentate e approfondite varie tematiche di cronaca. Quanto detto è una cosa che sa benissimo Gerry Scotti che ha rivelato la verità circa le querele che si ricevono nel tg di Antonio Ricci.

Striscia la Notizia: tg satirico e di inchiesta

Sono passati oltre vent’anni da quando Antonio Ricci ha avviato la macchina di Striscia la Notizia tra satira e inchiesta. Il programma ha segnato la storia del giornalismo italiano dato che sempre più persone fanno riferimento alla redazione del programma facendo vario tipo di segnalazioni. Truffatori, falsi veggenti, segnalazioni ad amministrazioni comunali, opere incompiute in giro per la nazione e non solo… questa è solo una parte di Striscia la Notizia che in questo anni ha raccontato uno spaccato di malcontento degli italiani che spesso chiedono aiuto a loro e dopo alle forze dell’ordine, basti pensare a tutti i casi di maltrattamenti sugli animali che Edoardo Stoppa ha mostrato nel tg che successivamente sono stati risolti dagli organi competenti.

Rischio querela a Striscia la Notizia

Insieme alla cronaca però ecco che troviamo anche momenti di satira che vengono fatti ai vip, come ad esempio la consegna del tapiro o la rubrica i nuovi mostri. Il dettaglio però che in molti trascurano è la possibilità che tutto lo staff di Striscia la Notizia, inviati e presentatori compresi, possano essere oggetto di querele di vario tipo.

Non di rado è capitato che alcuni membri dello staff siano stati chiamati a testimoniare o che comunque siano stato destinatario di querele da parte di persone oggetto delle loro video. Ma oggi ecco che grazie a Gerry Scotti emerge un’importante.

“Le prendono gli autori”

Condurre Striscia la Notizia, dunque, non è così facile come tutti possono immaginare. Non si tratta di un semplice scambio di battute tra colleghi ma si deve essere quanto corretti nel pronunciare tutto nel modo giusto seguendo un copione, al fine così di non imbattersi in errori vari ed eventuali.

A spiegare questa cosa nel dettaglio è stato Gerry Scotti che in occasione di una lezione sulla televisione fatta all’università Sacro Cuore di Milano parlando di Striscia la Notizia ha dichiarato: “In tv chi usa meno il copione dura di più. Sola a Striscia devo leggerlo, perché lì ogni parola è a rischio di querela e in tribunale poi ci vanno gli autori, mica io!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *