Tassazione sulle pensioni, come calcolare l’imposta sul reddito?

Anche il reddito da pensione subisce la tassazione al pari del reddito da lavoro dipendente cui è assimilato. Dall’importo lordo vengono detratti in genere le ritenute IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali che sono previste dalla legge.Il reddito da pensione viene assimilato a quello da lavoro dipendente, quindi anche sull’assegno pensionistico viene calcolata l’imposta sul reddito.

Ma come avviene questa trattenuta?

Il sostituto d’imposta è in genere ed l’Inps e la ritenuta IRPEF applicata dalla fonte e di conseguenza il cittadino percepisce l’importo netto. Per poter ottenere l’importo netto percepito dalla pensione lorda, viene sottratta l’ IRPEF e tutte le relative addizionali. A tal riguardo, la pensione lorda  è quella maturata con il versamento dei contributi pensionistici nel corso della propria vita lavorativa, mentre le aliquote IRPEF che vengono determinate dalla normativa, sono applicate a scaglioni. Le addizionali,  invece, dipendono da quanto è stabilito dalla regione e dal comune di residenza. Queste vengono applicate a scaglioni di reddito che sono stabiliti secondo dei criteri ben specifici. Poi all’importo dovuto a titolo di IRPEF vengono sommate le addizionali regionali e comunali imposte che sono stabilite dai comuni ed anche dalle regioni e quindi variano in base anche alla residenza del contribuente.

Detrazioni per reddito da pensione

Le detrazioni che spettano ai contribuenti titolari di redditi di pensione devono essere rapportate anche al periodo di pensione nell’anno e quindi anche al numero dei giorni che sono compresi nel periodo di durata del rapporto. All’aumentare del reddito complessivo, decresce la detrazione fino ad annullarsi nel caso in cui il reddito complessivo dovesse arrivare a superare i 55 mila le detrazioni previste per i titolari di reddito di pensione sono previste dall’articolo 13 comma 3 TUIR. A decorrere dal periodo d’imposta 2017 ai soggetti di età inferiore a 75 anni si applicano le medesime detrazioni che sono previste per i soggetti di età uguale oppure superiore ai 75 anni.

Volendo fare un esempio concreto, un cittadino pensionato che residente a Udine, senza nessun familiare a carico e con un reddito da pensione da €56000 lordi pagherà all’erario Irpef per Euro €17300 calcolato in questo modo: euro 6.960 (27% di 28.000);più euro 10.640 euro (38% sulla quota eccedente di 28.000: 56.000-28.000= 28.000). Allo stesso soggetto viene applicata poi un’addizionale comunale dello 0,2% sull’importo intero e la regionale pari al 1,3% sull’intero importo e non avrà alcun tipo di detrazione per reddito da pensione perché ha un reddito che è superiore a €55.000

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *