Press "Enter" to skip to content

Trieste Carnevale carsico Opicina si trasforma in un teatro a cielo aperto

OPICINA. Finalmente ci siamo. Oggi a partire dalle 14 Opicina sarà il teatro a cielo aperto della 52.a edizione del Carnevale carsico. Saranno tredici i gruppi mascherati e sei i carri allegorici. La sfilata sarà aperta dalla Cooperativa sociale Trieste integrazione Anffas e dal Ricreatorio comunale “Fratelli Fonda Savio”, che presenteranno assieme il tema “Chi ha tempo non aspetti il tempo”, seguito dal gruppo mascherato di Conconello- Pisc’anci, che presenterà le proprie api con “Poche ma bone, siamo un milione”.

Il primo carro a partire sarà quello dell’associazione culturale Sovodnje-Savogna con il tema ambientalista “In un mare di plastica”. Seguiranno due gruppi mascherati: le Majorette di Povir (Sesana) e Santa Croce con “La ribellione degli animali”. Il secondo carro sarà Gruppo canevalesco di Prepotto, che porterà in strada il tema “Affoghiamo nella plastica”. Sarà poi la volta di due gruppi provenienti da Trieste: il gruppo Tutti col cales si esibirà con “Il Lilla che contagia”, mentre Basovizza delizierà il pubblico con “Gusti del Carso”. Sarà poi la volta dei campioni in carica tra i carri con Medeazza-San Giovanni di Duino, che presenterà “Aladdin e la lampada ingolfada”. Seguiranno due gruppi mascherati: il Gruppo maschere servolane Lalo proporrà “Xe tuto un circo anche a Servola”, mentre i monfalconesi Mati pel Carneval punteranno su “Carneval no mori mai”. Sarà la volta poi del carro di Prosecco- Contovello che proporrà “Anche se il mondo va a rodoloni… salvemo almeno le tradizioni”.

Toccherà poi ad altri due gruppi: i Vichinghi di Trieste analizzeranno il proprio passato con i “Vichinghi… le origini”, mentre Ceroglie giocherà su “Cosa ci riserva il futuro non si sa… ma un po’ di fortuna mal non farà”. Il quinto carro della sfilata sarà proposto dal Gruppo carnevalesco di San Pelagio che punterà su “San Pelagio nel paese delle meraviglie”. Gli ultimi ad esibirsi saranno il gruppo Luna Puhna di Padriciano- Gropada con la parodia dei masterchef “Xe piu coghi che luganighe”, il team di Bagnoli che presenterà “Amarcord”, il carro allegorico di Valmaura con le “Teste… oltre le nuvole” e infine il Gruppo di Marcottini con la proiezione cinematografica indiana “Poljiwood”. La sfilata sarà allietata dalla presenza di tre gruppi musicali: l’associazione musicale di “Prosecco”, la banda “Viktor Parma” di Trebiciano e l’orchestra a fiati “Kras” di Doberdò del Lago. Ospiti della sfilata saranno gli “Škoromati” di Ilirska Bistrica. Al termine del corso mascherato, nel “Cortile carnevalesco” del circolo Tabor di Opicina, Matija Kralj, Jari Jarc e Omar Marucell condurranno le premiazioni. Il divertimento sarà garantito con il gruppo musicale “Lisjaki”.