Press "Enter" to skip to content

William e Kate sotto shock, ex detenuto condannato per torture avvicina il piccolo George

William e Kate matrimonio al capolinea: la duchessa non è una moglie felice?Grande paura per il principe d’Inghilterra e sua moglie: secondo una ricostruzione della stampa inglese un 40enne, che ha scontato una pena di 7 anni per aver torturato un uomo, sarebbe riuscito a entrare nei giardini di Kensington Palace spacciandosi per un fattorino e ad arrivare addirittura a pochi metri da baby George.

Il piccolo erede al trono, in quel momento, stava giocando con i fratellini Charlotte e Louis sotto agli occhi vigili della tata Maria Borrallo che, tra l’altro, qualche tempo fa ha seguito un corso in misure anti terrorismo proprio per proteggere meglio i bambini. L’ex detenuto sarebbe stato di nuovo arrestato, ma a corte è allarme rosso

Grande paura per mamma Kate d’Inghilterra: il suo primogenito George, erede al trono, sarebbe stato avvicinato da un ex detenuto che ha scontato ben sette anni per torture. E 1’incontro non sarebbe avvenuto per strada, ma all’interno della dimora ufficiale di Kensington Palace.

A Darren Beryamin, 40enne impiegato in una ditta di trasporti – secondo la stampa inglese – sarebbe bastato spacciarsi per un fattorino di una impresa che consegna mobili per entrare nei giardini dove il bisnipote della regina Elisabetta gioca spesso coi fratellini Charlotte e Louis di appena un anno. L’uomo sarebbe arrivato a pochi metri dai piccoli mentre loro erano in compagnia della tata Maria Borrallo che qualche tempo fa, tra l’altro, ha seguito un corso di misure anti terrorismo proprio per proteggere i reali. Dopo “l’impresa”, Benjamin si sarebbe vantato con gli amici definendo George «un bimbo molto socievole», prima di essere raggiunto dagli investigatori di Scotland Yard e di finire in prigione.

A Palazzo sono scattate misure di sicurezza più serrate, ma William e Kate sono preoccupati: vorrebbero che i loro piccoli vivessero una vita simile a quella degli altri bambini, ma non sempre è possibile, soprattutto quando i principini diventano oggetto dell’attenzione di persone come Benjamin, già condannato in passato per aver torturato – con l’aiuto di tre complici – un uomo che gli avrebbe sottratto un’auto. William crede che chiunque meriti una seconda possibilità dopo aver scontato una pena, ma quel che è troppo è troppo.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *