Ylenia Carrisi avrebbe rubato l’identità ad una amica trovata morta. Come si chiama ora?

Pubblicato il: 13 Dicembre 2019 alle 11:13

È già passato un mese dall’anniversario della sparizione di Ylenia Carrisi e così come ormai accade da oltre vent’anni ci si continua a domandare che fine abbia fatto la primogenita di Albano Carrisi e Romina Power. Quest’ultima nonostante appunto sia trascorso molto tempo continua a pensare che la figlia possa essere viva e che si trovi da qualche parte o per volontà sua o per decisione di altri. Romina ha anche pensato che la figlia potrebbe aver perduto la memoria e che per questo non ha mai più fatto ritorno a casa. Da quel momento in cui Ylenia ha fatto perdere le sue tracce sono trascorsi esattamente 26 anni ed oggi dovrebbe essere una cinquantenne, ma Purtroppo però di lei non c’è proprio nessuna traccia.

Ylenia ha rubato l’identità a Susanne?

In tutti questi anni ci sono stati tanti avvistamenti e segnalazioni di persone che potevano avere delle somiglianze Con Ylenia, ma poi effettivamente nessuna di queste è stata confermata. Stando ad alcune testimonianze, pare che Ylenia si sia allontanata volontariamente, facendo anche un cambio di identità. Ad avvalorare questa tesi sarebbe stato il fatto che Ylenia prima di scomparire si facesse chiamare in un altro modo, ovvero con il nome Susanne e questo Semplicemente perché  durante il suo viaggio per New Orleans, avrebbe conosciuto una ragazza che portava proprio nome.

In tutta questa vicenda un ruolo principale ha avuto anche il trombettista Alexander Masakela, Il quale venne addirittura arrestato quando iniziarono le indagini. Sarebbe lui l’uomo con il quale Ylenia aveva condiviso la stanza di uno squallido albergo di New Orleans. Durante l’interrogatorio l’uomo sostiene di non aver avuto più alcuna notizia di Ylenia e di non sapere dove si trovasse, ma ad ogni modo avrebbe però confermato che la giovane fosse viva.

Cadavere di donna nella stazione della Florida con oggetti di Ylenia

Della Carrisi si è parlato anche in un articolo del Secolo XIX, che parlava di quanto accaduto presso una stazione della Florida dove vennero ritrovati i resti di una giovane donna morta nel 1994 ed in quel momento si pensava che potesse essere Ylenia per le somiglianze della donna molto simili alla figlia di Romina e Albano. Pare inoltre che questa donna deceduta avesse con se degli oggetti di Ylenia. Gli Investigatori di conseguenza andarono fino a Cellino per prendere alcuni campioni di Dna di Al Bano e Romina, per capire se effettivamente si potesse trattare della loro figlia, ma fortunatamente non era lei.

A quanto pare però questa donna conosceva la ragazza e pare che il corpo ritrovato fosse proprio quello di Susanne. Le due a quanto pare si conoscevano e questo spiegherebbe la presenza di oggetti di appartenenza alla primogenita di Albano al fianco al cadavere. Gli investigatori sostennero quindi che Ylenia avesse potuto rubare l’identità di quella donna per scomparire. Del resto anche la sorella di Romina Power da sempre che sostiene che la nipote si trova in Florida e che vive all’interno di un ranch insieme al marito ed alle due figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *