Albano e Romina uniti nel ricordo della figlia Ylenia Carrisi

Il dolore per la perdita di un figlio rimane atroce per tutta la vita. Purtroppo Romina Power e Albano Carrisi hanno avuto la tragedia di viverlo in prima persona.

La loro primogenita Ylenia è scomparsa a New Orleans il 6 gennaio del 1994 e dopo vent’anni ne è stata dichiarata la morte presunta. Quella bellissima ragazza bionda oggi sarebbe una donna di cinquant’anni, il suo compleanno sarebbe stato il 29 novembre e da quando è iniziato questo mese mamma Romina la ricorda ogni giorno con una fotografia su Instagram.

“Novembre è il mese di Ylenia” ha scritto l’artista americana pubblicando una foto di lei mentre abbraccia la figlia adolescente. “Ylenia appena nata” ha postato il giorno seguente la Power mostrando un dolcissimo scatto di lei e Al Bano giovanissimi- che stringono tra le braccia la bimba neonata. La Power non ha mai perso le speranze che la figlia venga un giorno ritrovata. Lei, al contrario di Al Bano, è convinta che sia viva, che sia stata rapita e abbia perso la memoria.

L’anno scorso, per tutto il mese di novembre, Romina ha messo le foto di com’era nel momento della scomparsa e dell’aspetto che potrebbe avere oggi, in modo che venissero diffuse. La cantante spera che qualcuno la riconosca e la contatti. Quest’anno, invece, la Power sembra aver aperto il cassetto dei ricordi e, dopo gli scatti in bianco e nero di Ylenia quando era ancora una tenera frugoletta, ha pubblicato i primi passi della sua bambina.

All’epoca lei e Carrisi stavano costruendo, mattone dopo mattone, la tenuta di Cellino San Marco che con gli anni è diventata una sorta di resort a cinque stelle. Sotto la foto del 1971 si legge: “Con Ylenia, costruendo il nostro nido”. La primogenita di Al Bano e Romina era legatissima alle sorelle più piccole Cristél e Romina Junior. In un altro ricordo di Romina si vedono tutte le donne di casa riunite. “Happy days with Ylenia” scrive la Power e nello scatto ci sono lei, nonna Jolanda, Ylenia e le due figlie più piccole. Infine, spicca una foto della ragazza negli anni novanta e il commento della madre è: “Lo sguardo di una persona sincera e leale, quello di Ylenia”. Nonostante i due non siano più una coppia da tempo, Al Bano e Romina rimarranno comunque sempre uniti nel nome della loro primogenita e il 29 novembre per loro sarà una giornata estremamente triste.

Non potranno fare a meno di pensare che, se le cose fossero andate in modo diverso, quel giorno sarebbero stati tutti insieme intorno al tavolo con una bella torta e Ylenia avrebbe soffiato su 50 fantastiche candeline. Le incomprensioni nella celebre coppia sono cominciate proprio da quando la figlia è scomparsa. Al Bano si è convinto quasi subito che non ci fosse più niente da fare e che fosse morta, mentre Romina ancora oggi non si arrende.

Forse, anche per questa divergenza di vedute, è arrivato il divorzio. Adesso che la Power è tornata a vivere in Italia in molti speravano in una loro reunion e sull’argomento Ylenia, un anno fa, Carrisi è stato più possibilista. “Se Romina è convinta che sia viva, io non posso fare altro che sperare che abbia ragione” ha dichiarato il cantante pugliese. Questo anniversario dei cinquant’anni di Ylenia potrebbe essere un’occasione in più per gli ex coniugi per stare insieme nel suo ricordo. La pandemia ha bloccato in Italia la Power e Al Bano ha da poco dichiarato che non sposerà Loredana Lecciso. Forse, la sofferenza che entrambi provano e che non sono mai riusciti a superare, sarà il collante per un nuovo inizio.

Per fortuna ad allietare questo momento diffìcile ci sono i due nipotini Kay e Cassia, figli di Cristél. Nonostante vivano a Zagabria, per Natale la famiglia si riunirà a Cellino San Marco. Quest’anno che Romina è rimasta nel Bel Paese la reunion sarà ancora più bella. D’altronde la vita è questo, un perfetto mix di gioie e dolori. Dopo la malinconia del mese di novembre e del compleanno di Ylenia arriveranno le festività natalizie con tavole imbandite e un grande albero pieno di luci colorate. Senza smettere di sperare in un futuro migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *