Alfonso Signori, in Tv con almeno per tre mesi

Reclusi fino a febbraio. Dentro a quelle mura tanto piene di telecamere quanto vuote di idee, di contenuti. Già, Alfonso Signorini avrà un gran bel lavoro da fare per rimpinguare la sua adorata Casa. E mentre cerca di farsi venire qualche brillante idea, i concorrenti rimangono incatenati là dentro. EAres Gate, il coming out di Gabriel Garko, le parolacce della contessa De Blanck e la nuova giovinezza di Elisabetta Gregoraci non sono stati sufficienti a tenere i telespettatori incollati alla tv.

Tutte le favole che il conduttore aveva pensato di narrare nel corso di questo Grande Fratello si sono consumate nel momento stesso in cui sono uscite allo scoperto e adesso, tra una doccia hot e qualche lato B in bella vista, il programma arranca,  faticosamente, verso la fine delle dirette: «Dovete aiutarmi perché è una serata molto complicata» ha dichiarato Alfonso, che già comincia ad accusare il colpo, nel corso della tredicesima puntata. Il padrone di casa si frega le mani, ideando nuovi intrecci e trame da proporre al pubblico di Canale Cinque: sette sataniche, nuovi amori o battute sessiste.

Ci sarebbe l’imbarazzo della scelta, ma quando alza lo sguardo verso il calendario, appeso lì, al muro del suo ufficio, si rende conto della brusca e cruda realtà: siamo ancora a novembre. Mancano almeno altri tre mesi comprensivi di Natale, Capodanno e Befana e i concorrenti, ormai, non hanno più niente da dirsi. Si preparano ad affrontare un inverno che sarà freddo nella temperatura quanto nelle loro anime, già svuotate di linfa vitale: qualcuno di loro è lì dentro già da due mesi e oramai, in preda alla noia e alla disperazione, comincia a fantasticare su una possibile evasione in stile El Chapo Guzman – il celebre re dei narcotrafficanti – con un tunnel sotterraneo che collegherebbe i bagni della Casa agli studios di Cinecittà.

Quando si risvegliano dal torpore onirico non possono fare altro che aspettare qualche segnale di vita dagli studios: in tempi come questi anche una battuta di Pupo o una frecciatura di Antonella Elia sono oro che cola. Mister Signorini, raschiando il fondo del barile, ha trovato però un rimedio: buttare nella mischia nuova gente. Stefano Bettarini, Selvaggia Roma e Giuba Salemi per iniziare. «I nuovi ingressi li ho concepiti per far cadere le maschere – ha dichiarato in merito alle prime tre new entry – Sono personaggi che, ognuno a modo suo, si inserirà all’interno delle dinamiche della casa portando qualcosa di nuovo.

Ma non nuovo per il proprio vissuto, bensì per il vissuto insieme a dei personaggi che stanno dentro alla casa». In parole povere, sono concorrenti che possono “infiammare” l’atmosfera: da quel pròvolone sciupafemmine di Stefano Bettarini, già inquilino nella prima edizione del 2016, alla bellissima Giulia Salemi, anchessa habitué della Casa, passando per Selvaggia Roma, tentatrice nei fatti e nel curriculum – partecipò a Temptation Island nel 2017. Ah, quasi dimenticavamo: tra i nuovi ingressi cè anche Paolo Brosio, che a settembre aveva rinviato la sua partecipazione a causa della positività al Covid-19 riscontrata a poche ore dall’ingresso. Insomma, ci sono davvero tutti. E tanti altri ne arriveranno, per un totale di circa dieci da qui a Natale.

Mentre la Gregoraci pensa alle palle dell’Albero di Natale, Signorini si rinchiude nuovamente nel suo ufficio a pensare. Guarda il calendario: ancora tre mesi davanti. Di sette demoniache, orientamenti sessuali e parolacce si è già ampiamente discusso.  Cosa succederà adesso?  Chissà. L’importante è tenerli lì dentro. In gabbia.  Consapevole che prima o poi, in ogni caso, i nuovi  ingressi finiranno. Alfonso avrà esaurito gli assi  nella manica e i concorrenti si ritroveranno lì, nel M S salotto della Casa, sfiniti  e affranti, in attesa di  conoscere un vincitore che non avrà più niente I da dire, se non un folle e E disperato «fatemi uscire  da qui!».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *