Amadeus prepara il suo Sanremo in femminile

Amadeus ha anche un altro countdown: quello verso la settantesima edizione del Festival di Sanremo, di cui è conduttore e direttore artistico. «Professionalmente non potrei desiderare di più, è il sogno di sempre, è come giocare una finale di Champions League», ammette. «Ma lo vivo con grande serenità, con i piedi per terra, forse perché si realizza a 57 anni, dopo una lunga gavetta. Non mi cambierà l’esistenza. Continuerò a vivere in mezzo alla gente, a fare la spesa al supermercato, ad andare a vedere mio figlio che gioca a pallone».

Non è lo stesso di sempre, però, l’impegno. «Quello no», ride di concerto con Giovanna. «Ha vissuto mesi interi con le cuffie», dice lei. «Sì», conferma Ama, come lo chiama la moglie. «Prima per Sanremo Giovani, poi per i big che saranno in gara dal 4 all’8 febbraio. Nell’anno che finisce lascio il dispiacere per avere dovuto selezionare solo ventidue brani dei duecento presentati. Mi sono fatto guidare dall’emozione, così hanno passato la mia selezione quelli che avevo voglia di risentire dopo averli ascoltati già cinquanta volte. Le canzoni sono ricche di energia e propongono temi attuali, anche se il romanticismo non può mancare a Sanremo.

Tutte, comunque, il giorno dopo la finale potranno andare in radio o sulle piattaforme digitali». L’elenco degli artisti in gara (tra cui, pare, Noemi, Marco Masini, Anastasio, Francesco Gabbani, Elodie, Alberto Urso, Irene Grandi, Riccardo Fogli ed Enrico Nigiotti) verrà ufficializzato il 6 gennaio, durante una puntata speciale, in prima serata, de I soliti ignoti, abbinata alla Lotteria Italia. «Volevo ventiquattro artisti a sfidarsi all’Ariston, ma in quel caso – tra show, ospiti e la gara stessa – avrei chiuso alle due di notte e non è il caso». Gira la voce che ci siano poche donne in gara. «La media delle varie edizioni è sempre andata da un minimo di quattro a un massimo di sette. Siamo in linea», precisa Amadeus.

La quota rosa sarà, invece, forte al suo fianco. Sul palco, per ogni serata, ci saranno almeno due donne. «Potrebbero essere anche tre. Non le classiche vallette, ma figure diverse per età, esperienza e fisicità. Donne che hanno qualcosa da raccontare. Alcune annunceranno con me i cantanti, altre faranno un’esibizione impegnata o un momento di spettacolo leggero. Pescherò dal varietà, dal giornalismo e dal gossip. Un panorama completo». Monica Bellucci compresa? «Magari!», dice Amadeus. «Sarei onorato e felice». Una risposta che incrociata a quella dell’attrice («Mi hanno fatto una proposta carina, ci sto pensando») fa dedurre che la sua partecipazione sia quasi una certezza. «Che Monica abbia detto così è un buon segno», chiosa Amadeus. E, ancora, avrebbero accettato l’invito del padrone di casa Simona Ventura, Elisabetta Canalis, Antonella Clerici, Georgina Rodriguez, Vanessa Incontrada e Silvia Toffanin.

Un parterre di cui Giovanna non può però essere gelosa: per Amadeus è lei il fiore più bello e il pubblico li vorrebbe sulla scena insieme. «Non sarò sul palco», assicura la first lady della Tv. «Evito qualsiasi cosa che possa portare critiche ad Ama». Lui concorda: «Per me sarebbe un piacere, ma si direbbe che ho favorito mia moglie». Il cast del grande «show pop» che Amadeus sta allestendo include Roberto Benigni, Al Bano e Romina, Carlo Conti, Piero Chiambretti, Pippo Baudo, Gigi D’Alessio, Tiziano Ferro – con un ruolo importante per tutte le cinque serate – e il cantautore scozzese Lewis Capaldi, in vetta alle classifiche di tutto il mondo con Someone you loved.

Giovanna si dividerà tra il dietro le quinte e la platea. «È fondamentale per la mia tranquillità. Poi è sincera, non mi dice che sono sempre bravo e che è tutto bello». Ed è il portafortuna più grande: «La voglio alla prima puntata di ogni mia trasmissione. Con me, in camerino, porto sempre anche una macchinina che mi ha regalato José e  un gagliardetto dell’Inter». Aggiunge la Civitillo con il suo spirito partenopeo: «Ci sarà pure qualche cornetto e un pizzico di sale». La ballerina, ora “professoressa” di seduzione a Detto fatto su Raidue, si sta occupando del look del marito, che è solito portare completi un po’ particolari: «Sto scegliendo i tessuti assieme alla costumista.

Lui adora il blu, ma non sarà l’unico colore che indosserà. Il tutto sarà firmato Gai Mattiolo, cui ci lega una profonda amicizia». Forte è anche il legame che unisce Amadeus e Fiorello. Il mattatore siciliano al festival ci sarà: «Ha le chiavi dell’Ariston», dice Amadeus. «Può entrare e uscire dal teatro quando vuole. Ci conosciamo da 35 anni e ancora oggi la sua imprevedibilità mi fa tanto ridere. È stato il primo a chiamarmi quando ha saputo che mi era stato affidato Sanremo ». Era il 2 agosto: «Non lo dimenticherò mai. Ero in Spagna e con Giovanna e José ci trovavamo su una barchetta. Io stavo remando quando, verso le 17, squilla il cellulare di mia moglie.

Le fanno presente che mi cercano con urgenza dalla Rai. Avevo lavorato fino al 25 luglio, volevo staccare e poi, ormai, avevo abbandonato il pensiero del festival». In effetti circolavano i nomi di Alessandro Cattalen e Fabio Fazio. E invece… «Invece trovo una marea di messaggi da parte dei vertici Rai e penso: “O mi licenziano o mi danno Sanremo”. Dopo la bella notizia mi sono messo a cantare a squarciagola Finché la barca va, continuando a remare». Giovanna e Amadeus ridono al ricordo.

Per loro si chiude un anno d’oro – a luglio hanno festeggiato i dieci anni di nozze civili e si sono risposati in chiesa – e l’inizio del 2020 si prospetta altrettanto scintillante e, certo, impegnativo. «È come quando fai sport, la stanchezza la senti all’inizio, ma poi con l’allenamento sparisce. E la sostituisce l’adrenalina », dice Amadeus, che dal 10 gennaio si trasferirà per un mese nella Riviera ligure. E dopo il festival? «Mi ci vorrà almeno una settimana di relax». Magari arriverà il terzo figlio… «Non ci manca nulla, ma se dovesse accadere saremmo felici. Quando è nato José, Alice stava per compiere 11 anni e lui avrà la stessa età a gennaio. Chissà che l’11 non ci porti fortuna».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *