Amadeus querelato per la scelta di Junior Cally: “Istigazione a la violenza sulle donne”

Pubblicato il: 1 Febbraio 2020 alle 12:18

Amadeus ancora una volta si trova nel mirino dei rumors per via della polemica attorno a Sanremo 2020. A quanto pare non c’è pace per il conduttore e direttore artistico che, dopo l’accusa di sessismo, è chiamato a rispondere anche per Junior Cally i cui testi sono stati giudicati discutibili e che incitano alla violenza sulle donne motivo per cui Amadeus è stato anche querelato.

Guai per Amadeus

Nel corso di queste settimane sono state davvero tante le polemiche alzate attorno a settantesimo Festival della canzone italiana. L’affidamento della direzione artistica e conduzione ad Amadeus in primo momento aveva convinto tutti che, in trepidante attesa, eravamo curiosi ci conoscere la macchina organizzativa di questo Sanremo 2020.

Nel momento un cui si è tenuta la conferenza stampa, ecco che tutto si ribalta improvvisamente. La presentazione di Francesca Sofia Novello ha trascinato nella bufera Amadeus per una frase ritenuta sessista la quale recita “Stare un passo indietro”, interpreta forse in modo errato quando la donna ha deciso comunque di mettere forse un po’ da parte sé stessa e seguire l’uomo che ama in giro per il mondo. Ricordiamo sempre che facciamo riferimento a Valentino Rossi, pilota di Moto GP costretto a viaggiare per gran parte dell’anno. Ma i guai per Amadeus non finiscono di certo qui.

Amadeus querelato: “Istigazione a la violenza sulle donne”

A fare parecchio discutere in questi giorni troviamo anche la presenza di Junior Cally, la cui presentazione al Festival di Sanremo 2020 è stata giudicata eticamente inaccettabile anche dal presidente della Rai Marcello Foa.

Nel corso delle ultime ore, FanPage ha reso noto che Gisella Valenza, presidente torinese dell’associazione Italia delle Donne, ha querelato Amadeus. Nel testo in questione, come riportato da La Stampa è possibile leggere come l’associazione Italiana delle Donne parli di “istigazione alla violenza sulle donne e le forze dell’ordine, odio, oltraggio alla morale, in violazione della Costituzione”.

“È successo di tutto”

A commentare quello che sta succedendo in queste settimane è stato lo stesso Amadeus che ospite di Porta a Porta ha dichiarato: “A settembre pensavo ‘non ci saranno polemiche, sono il presentatore della porta accanto’, e invece è successo di tutto. Non vedo l’ora che sia il 4 febbraio e che tutti possano parlare di tutto quello che di bello ci sarà in questo Sanremo. Quando ho Fiorello, Tiziano Ferro, Roberto Benigni non posso che essere felice”.

Parlando della collaborazione di Fiorello, Amadeus, a Bruno Vespa ha dichiarato: “Ci conosciamo da più di 35 anni e di lui mi piace l’imprevedibilità. Non so cosa farà, so che arriva domani, alloggia nella camera vicina alla mia e non so altro. Non mi ha detto nulla. Secondo me possiamo aspettarcelo tutte le sere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *