Berlino, la Germania ha taroccato i dati ufficiali contagi del Coronavirus?

Sono giorni di angoscia in tutto il mondo quelli che stanno mettendo a dura prova l’umanità. Non è una gara a chi ha più o meno morti, eppure la Germania avrebbe taroccato i dati ufficiali per non lasciar intendere quanto grave sia l’emergenza della pandemia da Coronavirus?

“Una cosa mai successa”

Sono state queste le parole che ha detto Angela Merkel nel momento in cui ha parlare delle misure restrittive che sono state messe in atto anche in Germania, ma la verità è che nessun Capo di Stato avrebbe mai immaginato di dover fronteggiare una cosa simile nella loro carriera politica e nella loro vita.

Il mondo si trova in quarantena per via di un virus il cui contagio avviene uomo a uomo e ci impone a stare distanti almeno un metro l’uno dall’altro. La paura è tanta e, dopo quello che è successo in Italia anche le altre nazioni stanno dovendo applicare le misure difensive per ridurre al minimo termine i contagi in attesa che il piccolo prima o poi passi… un picco che ormai è un qualcosa di quotidiano, ma in attesa che arrivi il riabbasso dei numeri a dare speranza a ognuno di noi.

La Germania ha taroccato i dati ufficiali contagi del Coronavirus?

Questo è quanto si evince da uno degli articoli pubblicati dalla redazione di Tg24-ore.com. A quanto pare il governo tedesco non starebbe fornendo la giusta informazione ai suoi concittadini e in un articolo pubblicato dal magazine in questione è possibile leggere i seguenti numeri: “Il bilancio in Germania è di 12 vittime e 7.156 positivi accertati, di cui 2.105 in Renania settentrionale-Vestfalia, Secondo i dati ufficiali, i Länder più colpiti dalla pandemia dopo la Renania settentrionale-Vestfalia sono il Baden-Wuerttemberg e la Baviera, con rispettivamente 1.479 e 1.109 casi di contagio”.

Morti da Coronavirus

L’informazione in casi come questi diventa davvero importante, quali siano i reali motivi che avrebbero condotto il Governo tedesco a mentire non è ben chiaro ma i numeri di contagio non sarebbero quelli che sono stati dichiarati dallo spargersi della pandemia. Nel frattempo, il mondo piange le sue numerose vittime in attesa di un vaccino che ci salvi.

A ogni modo i confini delle nazioni restano chiusi e il mondo continua a vivere in una quarantena costante, mentre tutti ricordano a tutti di rimanere a casa perché solo limitando i contatti possiamo contribuire a sconfiggere un nemico silenzioso, e mortale, come quello del Coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *