Bugo, conoscete la moglie: ecco chi è Elisabetta

Sono ore davvero particolari per Sanremo 2020 per via di quello che sta succedendo nella città che ospita la manifestazione più importante della musica italiana dopo l’eliminazione di Bugo e Morgan. Ma avete visto la moglie di Bugo? Ecco chi è.

Bugo eliminato insieme a Morgan

Che Morgan sia una persona particolare, eccentrica e senza peli sulla lingua è una cosa ben nota per chi segue il mondo della musica italiana. In costante lotta con Asia Argento e con Jessica Mazzoli per via del suo rapporto con le figlie. Adesso il cantante sta per diventare anche padre per la terza volta ma il suo modo irruento di dire le cose di certo non è affatto cambiato.

Non a caso, ecco che il 7 febbraio 2020 l’attenzione si concentra su Morgan che cambia le parole del brano in gara, Bugo abbandona l’Ariston ed ecco che le cose si ribaltano drasticamente. Bugo viene eliminato insieme a Morgan, e il cantante che vede sfumare un’importante opportunità sul palco più importante della musica. Bugo, infatti, abbandona Morgan e va via.

Bugo, avete mai visto la moglie?

In pochi conoscono la vita privata di Bugo, il quale ha sempre cercato di mantenere un massimo riservo anche per via del delicato lavoro che la donna fa ogni giorno. Per chi non lo sapesse, la moglie di Bugo si chiama Elisabetta ed è una donna che lavora come diplomatica motivo per cui non esistono foto pubbliche della coppia, cercando di mantenere i lavori dei sui separate.

Elisabetta pare che sia al fianco di Bugo che, dopo quello che è successo sul palco dell’Ariston, ha fatto perdere le sue tracce, almeno per ora dato che di lui non si hanno più notizie.

“Sulla follia altrui non abbiamo gestione”

Dopo i fatti che si sono verificati sul palco dell’Ariston, ecco che i discografici di Bugo hanno diramato la seguente nota: “Bugo non sapeva che Morgan avrebbe cambiato il testo, Era solo special guest, invitato a cantare nella canzone, inclusa nell’album di Bugo che è uscito oggi. I problemi sono iniziati ieri con l’esibizione nella serata delle cover, hanno provato male e tardi, perché alcune partiture erano completamente sbagliate. Non sono riusciti a provare bene e ieri è successo il disastro che abbiamo visto. Morgan voleva fare il pianista, il direttore d’orchestra, il cantante e forse anche il presentatore. E alla fine è uscito è uscito quello che è uscito. Sulla follia altrui non abbiamo gestione”.

S i stimano da sempre e non è la prima volta che si esibiscono insieme: «L’ho fatto salire con me sul palco a un concerto nel 2003 presentandolo come “il mio amico Giuseppe”» dice Bugo di Morgan «e ancora i fan se lo ricordano».

E Morgan dice di Bugo: «Lui è venuto a casa mia tante volte, stava lì per ore, avrebbe scritto canzoni su qualsiasi cosa, persino su un paio di occhiali da sole lasciati in un angolo. Infatti poi ne ha fatta una sul gel e una sul cellulare scarico.

Per me è il cantautore con lo stile più riconoscibile di tutti, semplice senza strafare». «Saremmo diventati amici anche se non fossimo stati musicisti, a Sanremo ci andiamo con una canzone che si chiama “Sincero” perché è nata con naturalezza e racconta la sincerità del nostro rapporto» concordano.

Le loro esibizioni avranno un che di assurdo: «Penso a una parete di sintetizzatori sul palco e a una performance dove io vesto i panni di uno scienziato pazzo e manipolo il suono come se fosse una macchina dell’elettricità di Nikola Tesla per tirare fuori un’onda umana, che è Bugo» scherza Marco Castoldi, in arte Morgan. «In pratica sarò come il mostro di Frankenstein» gli fa eco Bugo. Quest’ultimo il 7 febbraio pubblica un nuovo album che si intitola come il suo vero nome: “Cristian Bugatti”. Insieme faranno scintille.

Bugo e Morgan
SINCERO di A. Bonomo – M. Castoldi – C. Bugatti – A. Bonomo – S. Bertolotti Ed. Edizioni Curci/Tetoyoshi Music Italia Milano – Nizza Monferrato (AT)

Le buone intenzioni, l’educazione
La tua foto profilo, buongiorno e buonasera
E la gratitudine, le circostanze
Bevi se vuoi ma fallo responsabilmente
Rimetti in ordine tutte le cose
Lavati i denti e non provare invidia
Non lamentarti che c’è sempre peggio
Ricorda che devi fare benzina
Ma sono solo io
E mica lo sapevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Scegli il vestito migliore per il matrimonio
Del tuo amico con gli occhi tristi
Vai in palestra a sudare la colpa
Chiedi un parere anonimo e alcolista
Trovati un bar che sarà la tua chiesa
Odia qualcuno per stare un po’ meglio
Odia qualcuno che sembra stia meglio
E un figlio di puttana chiamalo fratello
Ma sono solo io
Non so chi mi credevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Abbassa la testa, lavora duro
Paga le tasse buono buono
Mangia bio nei piatti in piombo
Vivi al paese col passaporto
Ascolta la musica dei cantautori
Fatti un tatoo, esprimi opinioni
Anche se affoghi rispondi sempre
Tutto alla grande
Però di te m’importa veramente
Aldilà di queste stupide ambizioni
Il tuo colore preferito è il verde
Saremo vecchi indubbiamente ma forse meno
[soli
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Essere alcolizzato spaccare i camerini
E invece batto il cinque come uno scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Ma non ti piace più
Ma non ti piace

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.