Chiara Ferragni denunciata dalla Codacons. L’accusa:«blasfemia e offesa alla religione»

Pubblicato il: 28 Settembre 2020 alle 12:46

Quello del Codacons e Chiara Ferragni con Fedez, sembra un rapporto difficile. Dopo la denuncia che l’associazione aveva mosso alla coppia per la raccolta fondi da destinare all’ospedale Covid di Milano, ora si apre un nuovo capitolo.

Il Codacons ha denunciato l’influencer per blasfemia e per “offesa al sentimento religioso”. Dopo la diffusione di un’immagine in cui la giovane modella appare nelle vesti di una Madonna con in braccio il suo bambino, si è scatenato un putiferio.

Il Codacons denuncia Chiara Ferragni

Vanity Fair ha deciso di utilizzare l’immagine di Chiara Ferrragni per la sua copertina. Nulla di strano se l’influencer non sarebbe stata raffigurata nei panni di una moderna Madonna con bambino, dipinta da Giovanni Battista Salvi detto il Sassoferrato. Secondo il Codacons la figura della Madonna viene utilizzata come scopo commerciale. E’ noto a tutti quanto la giovane modella sia una vera e propria macchina da soldi finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi e indurre all’acquisto di questo o quel bene.

La foto non è affatto piaciuta a tutti, generando indignazione e sconcerto tra alcuni fedeli. Per questo motivo il Codacons ha deciso di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica e al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. Secondo qualcuno l’immagine è “ una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere”. A quanto pare Papa Francesco ha ricevuto l’esposto affinché possa dire la sua.

La denuncia del Codacons ai Ferragnez per la raccolti fondi per il San Raffaele

Parole molto pesanti quelle della Codacons nei confronti di Chiara Ferragni. C’è da dire, però che questo è solo un seguito di quanto successo pochi mesi fa. All’inizio pandemia, infatti, il Codacons si era scagliato contro i “Ferragnez” dopo che in pochi giorni la coppia super vip, aveva raccolto circa 100mila euro da destinare al reparto terapia intensiva del San Raffaele di Milano.

Contro di loro si è scagliato anche l’Antitrust perchè le donazioni venivano fatte su crowdfunding GoFundMe e sulla piattaforma non sarebbero dovuto esserci costi occulti.  Secondo la denuncia, invece, c’erano eccome… Insomma, un momento molto particolare per la Ferragni che ancora una volta si ritrova gli occhi puntati addosso.

Chiara Ferragni è considerata una top influencer tra le più celebrate al mondo. Oggi vanta un profilo Instagram che conta ben 21 milioni di follower e con tutte le sue attività fa registrare un fatturato che sfiora i 40 milioni di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *