Il Decreto legge varato per contenere il contagio da Coronavirus in Italia indica chiaramente che gli spostamenti da un luogo ad un altro devono essere limitati a quelli strettamente necessari, come fare la spesa senza rischi al supermercato o recarsi in farmacia.

I negozi di generi alimentari infatti non hanno subito restrizioni all’apertura e gli approvvigionamenti di merce saranno garantiti su tutto il territorio nazionale, come precisato dal Premier Giuseppe Conte. Proprio perché i supermercati sono tra i luoghi dove è consentito recarsi, occorre prestare una certa attenzione alle norme di sicurezza previste per arginare la diffusione del virus.

Cominciamo col dire che è raccomandabile razionalizzare gli acquisti, facendo una lista di tutto quello che può servire per diverso tempo, in modo da non dover uscire di casa tutti i giorni. Per chi manifesta sintomi influenzali o assimilabili a quelli dell’infezione da Coronavirus, è vietato uscire di casa e quindi anche andare a fare la spesa.

Una volta arrivati al supermercato, è il momento di prendere le dovute precauzioni. Il web in questi giorni sta mostrando soluzioni davvero ingegnose e a volte divertiti per prendere le distanze dai “compagni di carrello”: clienti incelophanati dalla testa ai piedi, altri con indosso distanziatori costruiti ad hoc, altri ancora con mascherine improbabili e maschere da sub al posto degli occhiali da protezione.

Al netto del fatto che “una risata ci salverà” almeno dalla tristezza del momento, sappiate che per stare al sicuro basta una mascherina (anche usa e getta se non si supera la distanza di un metro dall’altra persona può essere sufficiente) e un paio di guanti. Il contagio, come abbiamo imparato in questi giorni, avviene tramite il contatto delle mani con viso, naso, occhi e bocca. Al supermercato quindi i guanti vanno indossati per prendere il carrello e per imbustare la merce come frutta e verdura, evitando di contaminarla a danno di altri clienti.

Le mani vanno tenute protette anche quando si arriva alla cassa ed è il momento di pagare il conto. I soldi sono tra le cose che passano di più da una mano all’altra e sono perciò potenziali vettori di contagio. Alle casse, così come nelle attese fuori dal supermercato in caso di ingressi contingentati, è sempre opportuno mantenere la distanza di sicurezza di un metro. Per evitare assembramenti una buona soluzione può essere quella di fare la spesa online. Molte catene dalla grande distribuzione offrono questa possibilità: Esselunga, Coop, Carrefour, Pronto Spesa (Crai), Basko, ma anche app e siti come i celebri Amazon ed eBay, Supermercato24 e Glovo. Alcuni di questi, come Esselunga e Carrefour, garantiscono la consegna gratuita a casa agli over 65 fino a Pasqua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here