Diego Armando Maradona operato al cervello, adesso trattamento anti dipendenze

Un intervento delicato, ma fortunatamente andato a buon fine, quello a cui è stato sottoposto nei giorni scorsi l’ex campione di calcio Diego Armando Maradona, in una clinica privata di Buenos Aires. “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione – ha detto il dottor Leopoldo Luque – È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio. Rimarrà sotto osservazione”.

Maradona era stato ricoverato in un ospedale di La Piata, dove si trova per allenare il Gimnasia, dopo una caduta in casa, a cui inizialmente non aveva dato troppa importanza. Ma, come spesso accade, sono proprio le cadute più banali, che avvengono tra le mura domestiche, a causare i danni maggiori, soprattutto se non ci si allarma subito.

Dai controlli, infatti, è emerso che l’ex calciatore aveva un ematoma subdurale, conseguenza di un trauma cranico. Moltissimi i gruppi di tifosi che hanno portato il loro sostegno al campione, fuori dalla clinica. “Diego è lucido e molto tranquillo – aveva detto il dottor Luque prima di procedere con l’operazione – Si tratta di un intervento di routine, e lui è d’accordo sul fatto di essere operato. Eseguirò io stesso l’intervento”. L’ematoma, si è appreso, si trovava nella parte sinistra della testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *