Gerry Scotti presa in giro per il suo peso, tutta la verità sul tapiro d’oro

Da un po’ di settimane Gerry Scotti è alla guida del programma Chi vuole essere milionario che questa stagione consta di sette puntate, tutte in onda in prima serata su Canale 5. A quanto pare negli ultimi giorni il conduttore ha rilasciato una intervista a FQ Magazine svelando come sia nato questo famoso tapiro d’oro di Striscia la notizia, ovvero il TG satirico più seguito di sempre. In un certo qual modo il premio sarebbe nato per colpa sua, ovvero quando Il critico Aldo Grasso gli ha dato Il tapiro e lui pare lo abbia querelato poi dopo un paio d’anni l‘artista di Canale5 avrebbe addirittura perso la causa.

Gerry Scotti svela come è nato il Tapiro d’oro di Striscia la notizia

Un giorno poi Valerio Staffelli lo avrebbe incontrato nei corridoi di quella che una volta era la vecchia sede Mediaset di Milano 2 in quell’occasione lui gli avrebbe consegnato il premio. “Avevo avuto la malaugurata idea di fare causa ad Aldo Grasso che mi aveva dato del tapiro, dopo due anni ho bellamente perso”, ha ricordato il conduttore. “Ero nei corridoi di Milano 2 quando Staffelli mi ha messo in mano un tapiro dicendomi ‘adesso sarai attapirato visto che dandoti del tapiro hai anche perso la causa?’. Non vorrei millantare il credito ma se non era successo a altri il tapiro nasce per questo motivo e per colpa mia”.

Mancanta partecipazione al Festival di Sanremo, la spiegazione di Gerry

Nel corso dell’intervista il conduttore avrebbe parlato anche di altro e nello specifico della mancata partecipazione all’ultima edizione della manifestazione canora più importante d’Italia saltata per via di impegni improrogabili.“Amadeus mi aveva invitato per fare con lui e Fiorello una serata, un modo per ricreare l’atmosfera che avevamo vissuto alla radio negli anni più belli. Non ho potuto andarci da Varsavia e mi è dispiaciuto perché me lo aveva chiesto con grande stima e rispetto (…) Se è vero che lo rifà Amadeus l’anno prossimo gli rivolgo un messaggio: cerca di farmelo sapere così mi organizzo e vengo da te”.

Scotti, quindi, durante Sanremo pare fosse impegnato con le registrazioni di Chi vuol essere milionario che sono state effettuate in Polonia, a quanto pare per ridurre i costi. Su questa scelta dell’azienda Mediase, se ne è tanto parlato in questi ultimi giorni e soprattutto in tanti si sono chiesti se il pubblico polacco capisce effettivamente quello che è succede in studio. A questa domanda Ha risposto lo stesso Gerry Scotti il quale avrebbe detto “In realtà il pubblico è composto da ragazzi italiani che vivono in Polonia o ragazzi polacchi i cui genitori hanno vissuto in Italia e li hanno cresciuti parlando le due lingue”, ha risposto il conduttore. “Sono 150 persone e tutte capiscono l’italiano. Le svelo che è la ragione per cui ho inserito lo swicth e ho tolto l’aiuto del pubblico in studio proprio per non creare loro imbarazzo. E’ vero che capiscono l’italiano ma non vivendo in Italia potrebbero non essere totalmente di aiuto al concorrente e mi dispiacerebbe”, ha dichiarato ancora Gerry Scotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *