Giorgia Meloni, crescono i consensi per Fratelli d’Italia negli ultimi 12 mesi

Sarebbero arrivati una serie di consensi per Fratelli d’Italia e la rivelazione stata fatta da Monitor Italia, nato da una collaborazione avvenuta tra agenzia Dire e istituto tecnè. Negli ultimi dodici mesi il partito di cui Giorgia Meloni sembra essere leader, sembra abbia ottenuto un boom di consensi guadagnando quasi il 10%, mentre la Lega Nord di Matteo Salvini pare ne abbia perso ben 12 punti. Secondo questi dati, sarebbe la prima volta che Fratelli d’Italia tocca il 16% con un punto secco sopra il MoVimento 5 Stelle che rimane fermo al 15%.

Fratelli d’Italia, aumentano i consensi negli ultimi 12 mesi

Proprio i dati relativi agli ultimi 12 mesi sottolineano un andamento negativo per le due forze politiche che attualmente sostengono il governo Conte e quindi il PD è il MoVimento 5 Stelle. Il primo sarebbe a -3,4% e M5s a -2,3%. Negli ultimi 12 mesi a guadagnare qualcosina parlando di un +0,3% di consensi è stato Forza Italia. E gli altri partiti? La Lega rimane comunque al primo posto con il 24,9%, in calo dello 0,4 rispetto alla scorsa settimana. Il Pd al 20,2% (- 0,2%); Fratelli d’Italia al 16,0% (+ 0,2%); M5s al 15,0% (+ 0,3%); Forza Italia al 8,3 (+ 0,1%). Ma non finisce qui, visto che la Sinistra al 2,9% (+ 0,2%); Azione al 2,9% (+ 0,1%); Italia viva al 2,7% (- 0,2%); +EU al 1,9% (+ 0,1%); Verdi al 1,6% (- 0,2%). In totale, quindi, il Centrodestra arriverebbe ad una quota di 49,2%.

Se facciamo un passo indietro, è facile capire come ci sia stata una progressione irregolare del consenso di Fratelli d’Italia, che sembra abbia avuto in tutti questi anni. Si è passato da un 1,96% al momento della sua nascita e dunque durante le elezioni del 2013, proseguita con il 3,7 delle Europee del 2014 e poi il 4,35% delle Politiche del 2018 ed il 6,46% alle Europee del 2019. Quest’ultime sembra che rappresentino un vero e proprio salto di qualità in termini non soltanto di credibilità, ma anche di consensi. Ad oggi, il partito di Giorgia Meloni avrebbe superato un traguardo storico quale quello del 15,7% che pare si sia raggiunto nel 1996 da Alleanza Nazionale.

E il Ms5 ed il Pd? Il centrodestra godrebbe di ottima salute al momento e di conseguenza Nicola Zingaretti starebbe pensando in quest’ultimo periodo di cercare in qualche modo di strappare dei consensi e un accordo con i Cinquestelle per le regionali, un accordo che potrebbe essere stato raggiunto soltanto in Liguria. «C’è una parte del Paese che dice che siamo subalterni ai Cinquestelle, che dice a loro che sono subalterni a noi. Lo fanno perché hanno paura dell’unità del centrosinistra. Vogliamo governare. Ma come si può soltanto teorizzare che, a prescindere dai programmi locali, insieme possiamo governare l’Italia, ma non nei territori?». Sarebbe questo il pensiero di Zingaretti, che vorrebbe quindi unificare il centrosinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *