Press "Enter" to skip to content

Harry e Meghan dichiarano guerra alla Regina Elisabetta

Buckingham Palace la regina Elisabetta II sgancia l’ultima bomba contro Harry e sua moglie, l’ex attrice americana Meghan Markle. La loro non è mai stata una battaglia ad armi pari e i duchi del Sussex dovevano saperlo: prima o poi il colpo di grazia sarebbe arrivato. Eccolo servito. Dal 31 marzo la coppia dovrà rinunciare all’appellativo rovai.

E non è roba da poco: con la disposizione di sua maestà il marchio Sussex rovai registrato da Harry e Meghan diventa inutilizzabile. Si prospetta una perdita economica dura da sopportare. Il secondogenito di Lady Diana, istigato dalla moglie americana, non ci sta e promette di far guerra alla nonna. «Sebbene non ci sia alcuna giurisdizione da parte della monarchia sull’uso della parole “reale” all’estero», recita la nota diffusa dalla coppia, «il duca e la duchessa non intendono più utilizzare il marchio Sussex royal». Come a dire: «Voi non avete diritto di farlo, ma noi ci adeguiamo perché siamo bravi».

Il fratello di William e la consorte lasciano intendere però di aver ricevuto un trattamento ben diverso rispetto ad altri membri della royal family. E una fonte a loro vicina assicura che sono «molto, molto scontenti della decisione presa da sua maestà». Pare che si siano già messi nelle mani di un team di avvocati statunitensi per venir fuori da questa vicenda.

Tuttavia la decisione della sovrana – che all’inizio si era mostrata benevola nei loro confronti facendo scrivere nei comunicati di «comprendere il desiderio di una vita normale» – è ineccepibile: Harry e Meghan non possono più vendersi come royal semplicemente perché non lo sono più. Non va dimenticato che da aprile i duchi perderanno anche il titolo di altezza reale.

La decisione comporta grosse conseguenze di immagine e economiche per la coppia: il marchio Sussex royal era già stato registrato e utilizzato da Harry e signora per vari progetti. Prima di tutto così sono stati battezzati il sito internet (lanciato un anno fa e definito «fonte ufficiale di notizie sui duchi») e il loro profilo Instagram. Non solo: i due avevano già registrato il marchio per un’ampia gamma di gadget (tazze, piatti, scatole, libri, prodotti di cartoleria) e volevano utilizzarlo per battezzare la nuova organizzazione di beneficenza: la Sussex royal foundation.

Se però Harry e Meghan pensavano che questo avrebbe fatto intenerire la regina, si sbagliavano. Sua maestà non ha dimenticato l’oltraggio di inizio dell’anno, quando scoprì dai social che il nipote prediletto stava rinunciando al ruolo di reale per assecondare una moglie capricciosa e apertamente ostile alle regole di Palazzo.
Tristi o felici che siano, adesso Harry e Meghan dovranno inventarsi un altro marchio; ma senza la dicitura royal la loro immagine rischia di svalutarsi parecchio. Tutto ciò che rimane ai due è il titolo di duca e di duchessa, che è personale e non può essere ritirato.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *