Press "Enter" to skip to content

Lapo Elkann insieme a Joana vacanza di passione

Dopo che, nell’intervista- confessione, Lapo Elkann aveva parlato di un nuovo misterioso amore con toni decisi come mai aveva fatto prima, ci siamo messi sulle tracce della donna che lo ha convinto a parlare di lei prima ancora che fossero immortalati. «Ho tantissima voglia di mettere radici, in questo momento sono un uomo molto felice perché ho accanto una persona che mi dà tanto», aveva detto Lapo, tradendo, a sorpresa, la scelta di non parlare delle proprie relazioni.

Ma, evidentemente, questa persona ha ribaltato ogni certezza. «Se oggi sto facendo quello che faccio, è merito anche di una persona che mi dà una grande mano e un grande sostegno. Faccio il possibile per proteggere la nostra relazione per rispetto della sua vita e perché tengo molto a Lei». E Lei – oggi possiamo dirlo, perché queste immagini lo rivelano – è l’ex pilota di rally Joana Lemos. Insieme li avevamo visti su “Chi” circa un mese fa in Portogallo, mentre distribuivano cibo ad associazioni che si occupano di famiglie bisognose.

Ora li vediamo a Ibiza, dove si sono concessi qualche giorno di vacanza e sono stati prima a cena da Cipriani e poi in barca, ospiti di Alberto Palatchi, titolare di Pronovias. Joana è famosissima nel suo Paese, il Portogallo: ha 47 anni, due figli e un matrimonio alle spalle, ed è diversa da tutte le storie che ha avuto finora Lapo. È una donna adulta, con un carattere forte e una forte personalità, che non vive “al traino” di Lapo, ma che, anzi, lo ha stimolato a fare ancora di più per gli altri e a condividere la sua fortuna, che spesso è stata solo una pesante eredità. «La mia insicurezza mi ha portato ad avere tanti legami», ci raccontava Lapo.

«Nel mio non stare bene con me stesso ho cercato conferme nelle donne per colmare un buco interiore », aveva aggiunto, riferendosi a legami passati con donne dello spettacolo, modelle, bellezze che illuminavano la sua vita come meteore. «Sono grato a tutte, perché ciascuna di loro ha portato qualcosa nella mia vita», concludeva elegantemente. Ma Joana è una sfida tutta nuova. «Sul piano personale sono felice e innamorato », ha detto ancora a “Chi”, «dal punto di vista umano mi sento ricco grazie alla mia Fondazione e vorrei aiutare il mondo con un obiettivo: quello di dimostrare che essere buoni non può che renderci tutti migliori». Un manifesto che Joana ha sposato in pieno, visto che ha parlato di “affinità con gli obiettivi esistenziali di Lapo”.

E ora eccoli, insieme, scambiarsi il primo bacio documentato a livello mondiale, perché parliamo di due personaggi seguiti ad ogni latitudine. E, visto che, come molti, a Lapo vogliamo bene, ci auguriamo che sia la volta buona. «Nella vita niente ti è regalato e niente è semplice», ci ha confessato, «ci sono stati momenti dove dentro di me avevo vuoti giganteschi. Io ho provato a colmarli in modo sbagliato. Finché non ho trovato, anche grazie agli affetti veri, la pace e la forza interiore. Ma bisogna lavorare ogni giorno ».

Quel delicato meccanismo che è l’animo umano ha bisogno, soprattutto per chi vive in un mondo esteriore e pieno di codici, di scoprire rapporti veri e valori veri per trovare un equilibrio stabile. Lapo è uno che ha bisogno di cadere per potersi rialzare, di lanciare periodicamente messaggi nella bottiglia. Proprio un grave incidente a Tel Aviv, avvenuto lo scorso dicembre, lo ha spinto ancora una volta a cambiare vita. «Sono stato graziato da Dio più volte, devo ringraziarlo e mai dimenticarlo. Ho avuto varie peripezie ed è inutile nasconderlo: i miei alti e bassi sono di dominio pubblico e, dopo quello che mi è successo in Israele, ho avuto una spinta in più. Non nego che per me sia importante l’amore degli altri e non nascondo le mie insicurezze. Sono stato insicuro e l’amore e l’affetto che sento attorno mi hanno dato grandissima forza ed energia per ripartire». Lapo non ha più bisogno di amori da copertina, perché «tutto ciò che è esteriore non conta, se non sai quale è il tuo posto nel mondo». E il suo, in questo momento, è accanto a chi soffre, ma anche accanto a Joana.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.