Le ultime parole della sorella di Romina, Taryn Power: il desiderio di una vita nell’anonimato

Pubblicato il: 18 Luglio 2020 alle 2:07

La morte della sorella di Romina Power sta segnando un momento di grande dolore per la cantante americana, la quale in diverse occasioni anche sul social ha avuto modo di parlare dei giorni difficili che sta attraversando. In particolar modo, ecco che a tenere banco nel mondo del gossip troviamo le ultime parole che Taryn Power aveva rilasciato durante un’intervista rilasciata a DiPiù.

Le ultime parole di Taryn Power

L’addio alla sorella Taryn rappresenta per Romina Power uno dei momenti più difficili della sua vita, se consideriamo anche il fatto che la donna è venuta a mancare nella sua casa oltre oceano e l’ultimo saluto tra le due è arrivato attraverso una videochiamata su Skype.

Romina Power, in occasione dell’intervista rilasciata a Mara Venier, ha avuto modo di spiegare come la leucemia avesse fatto irruzione nella vita di Taryn quasi un anno fa, ma la sua morte è arrivata in modo improvviso e senza che nessuno di loro se l’aspettasse. A tenere banco mondo del gossip oggi troviamo le ultime parole di Taryn riportate da DiPiù TV.

“Mi sono sentita un passo in dietro”

Nel corso delle ultime ore ecco che troviamo a tenere banco nel mondo del gossip l’intervista che Taryn ha rilasciato alla redazione di DiPiù.

Nell’intervista in questione è possibile leggere:

Mi sono sempre sentita quella che stava dietro, nei retroscena, nell’ombra e nella penombra. A un certo punto, dopo aver recitato in alcuni film, non è che sono sparita… Abitavo a Roma, sulla Cassia, e mia madre si era trasferita in Spagna. Io volevo lavorare, ma non avevo neanche l’agente: aspettavo delle offerte di lavoro e nessuno mi offriva niente. Iniziai a fare tanti lavoretti: ero volontaria per l’associazione della protezione degli animali, aiutavo a operare i cani randagi e lavoravo alla Fiera di Roma”.

La voglia di anonimato

In occasione dell’intervista in questione, Taryn Power ha anche raccontato il desiderio profondo di normalità dettato anche dall’eccessiva attenzione mediatica che è sempre stata concentrata sulla vita della donna e della sorella Romina che in quegli anni si trovava nel mirino del gossip per via della relazione con Albano Carrisi. Non a caso, ecco che Taryn conclude quella luna intervista dichiarando: “Volevo vivere nell’anonimato, cercavo una vita normale. Tutta la gente mi riconosceva: ‘Quella è la sorella di Romina…’. Ho lasciato l’Italia quando ho scopeto che mia madre non mi aveva mai registrato all’anagrafe: ero una clandestina, così sono tornata negli stati uniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *