L’ira di William e Kate per le critiche di Meghan e Harry

Pubblicato il: 20 Agosto 2020 alle 3:46

La biografia esplosiva su Harry e Meghan sta per popolare le librerie dell’Inghilterra e a Buckingham Palace si respira aria di guerra.

Quella che potrebbe scatenare la rabbia di William e Kate, decisamente poco lusingati dal contenuto del libro. Fin- ding freedom: Harry, Meghan and thè making of a modem royal family (in italiano, Cercando la libertà: Harry e Meghan e la costruzione di una famiglia reale moderna) è una biografia non autorizzata degli ex duchi del Sussex, ma cui molto probabilmente la coppia ha contribuito.

Dalle indiscrezioni sul contenuto snocciolate dalla testata The Times, il punto di vista “pro- Sussex” e “anti-Palazzo” è lampante. Sono tante le frecce scagliate contro la royal family: nel libro traspare che Meghan abbia dovuto sacrificare vita e carriera per entrare a Buckingham Palace e per conformarsi ai difficili standard reali. «Carriera?», esordisce Cristina Stanescu, giornalista Mediaset esperta di reali,
ai quali è dedicato anche il suo blog, Scandal, su Tgcom24. «Direi pretenzioso. Stiamo parlando di un’attrice che al massimo ha recitato nella serie televisiva Suits, per di più grazie all’ex marito.

Neanche un premio Oscar del calibro di Grace Kelly ha sostenuto di aver dovuto rinunciare alla carriera per andare a seppellirsi nel principato di Monaco. Non mi pare che Meghan avesse ricevuto proposte così importanti da autorizzarla a dire che è stata dura andarsene da Hollywood».

Una Hollywood alla quale lei si è avvicinata, dopo aver lasciato Londra per trasferirsi in California con marito e pargolo, il piccolo Archie, e cominciare una nuova vita. Un’idea sua? A quanto pare no: il libro insiste sul fatto che la “Megxit” – cioè il passo indietro di Meghan e Harry come membri della famiglia reale – sia stato un progetto del principe, che a corte non si trovava a suo agio. «Non nego che il secondogenito di Lady D sia sempre stato scomodo all’interno della famiglia reale.

Ma aveva un ruolo e, non a caso, era uno dei reali più amati. Inoltre non capisco perché, se davvero avesse voluto andarsene, Harry non lo abbia fatto con le fidanzate precedenti, tutte donne più o meno allergiche alla vita di corte e non bisognose della notorietà di palazzo, perché già altolocate. E evidente che la dipartita da Londra sia stata fatta con Meghan e per Meghan». Smentita nel volume biografico anche la scenata al matrimonio di Meghan e Harry, dove la Markle avrebbe fatto piangere la duchessa di Cambridge per una discussione sul  vestito delle damigelle. «Kate in lacrime non ce la vedo proprio», concorda Stanescu.

In Finding freedom si sostiene che i rapporti tra le coppie sarebbero stati tesi per l’indifferenza di Kate e l’atteggiamento “giudicante” di William, che fin dall’inizio non avrebbe visto di buon occhio la relazione tra il fratello minore e la Markle. «Abbiamo steso un tappeto rosso per Meghan», hanno detto amici di Will e Kate. «Sto dalla parte dei Cambridge», afferma l’esperta. «Non si può dire che non si siano impegnati per accoglierla: l’hanno ospitata a Natale nel loro appartamento ad Am- ner Hall, quando non era ancora ufficialmente fidanzata con Harry e, per etichetta, non poteva partecipare.

Le hanno persino fatto preparare i piatti vegani», ricorda la giornalista. Sugli avvertimenti di William a Harry, bisogna ricordare che «il duca di Cambridge ci ha messo 10 anni per sposare Kate. È normale che da fratello si sia sentito responsabile». Ma i duchi di Cambridge non sono gli unici con cui i Sussex avrebbero avuto problemi: agli occhi di Meghan era l’intera corte a essere un covo di vipere.

Colpa dei soprannomi che le sono stati affibbiati, da “showgirl di Harry con un passato scomodo” a “Duchessa difficile”. Buckingham Palace è diventato improvvisamente ostile per loro? «È sempre stato così», conclude l’esperta. «Non so cosa Meghan si aspettasse. La royal family non è un mondo in cui sentirsi facilmente a proprio agio: chi immaginerebbe il contrario? Dire che l’ambiente non fosse accogliente mi pare ancora una volta pretestuoso». Ed Elisa- betta? Da nonna avrà il cuore spezzato, ma da regina sa che dovrà disinnescare gli effetti di un altro libro-bomba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *