Michael Schumacher, come sta il pilota? “Muscoli atrofizzati, corpo deteriorato”, la verità del neurochirurgo

Sono trascorsi ormai 6 anni da quel tragico giorno in cui Michael Schumacher ha avuto un tragico incidente e da quel momento sulle sue condizioni di salute c’è stato il massimo riserbo. Come tutti ricorderete, il campione di Formula 1 ebbe un incidente sulle Alpi francesi a Meribel e dal quel momento le sue condizioni di salute sono state sempre un grande mistero. Da poche ore il campione ha compiuto 51 anni ed i fan si chiedono quali siano le sue effettive condizioni di salute. Recentemente a parlare della salute del campione è stato il Dottor Nicola Acciarri, un esperto neurochirurgo dell‘ospedale Bellaria di Bologna, il quale ha rilasciato un’intervista a motorsport.it.

Michael Schumacker, quali sono le sue attuali condizioni di salute?

Il medico pare che abbia provato un po’ a spiegare quelle che siano le attuali condizioni del ferrarista. “Micheal Schumacher ‘una persona molto diversa da quella che ricordiamo”, sarebbero state proprio queste le prime parole dichiarate dal medico nel corso dell’intervista dove ha provato a spiegare quelle che sono le reali condizioni del pilota. “Dobbiamo immaginare una persona diversa da quella che ricordiamo sulle piste”, avrebbe aggiunto il neurochirurgo, il quale però non si sbottona più di tanto e non chiarisce il fatto se il campione si trovi in uno stato vegetativo o sia, anche se poco, vigile e cosciente.

Una cosa è certa ovvero che la famiglia non ha mai lasciato da solo il pilota e da ben sette anni sta provvedendo a prendersi cura di lui nel miglior modo possibile, grazie anche all’aiuto di un’equipe di esperti tra medici e fisioterapisti per cercare di minimizzare le conseguenze del trauma subito proprio da Michael Schumacher in quel tragico incidente sulle piste da scii.

“Quadro organico, muscolare e scheletrico deteriorato”, parla il neurochirurgo

Il Dottor Acciarri, nel corso di questa intervista, avrebbe ancora aggiunto “Dopo un incidente così importante e a distanza di 7 anni c’è da aspettarsi un ‘quadro organico, muscolare e scheletrico molto cambiato e deteriorato”. Il medico, inoltre, nel corso dell’intervista parla ancora di atrofia muscolare, di alterazione dei tendini, di osteoporosi e di alterazioni anche organiche. Insomma, lo scenario clinico del campione non fa ben sperare in nulla di buono. Soltanto alcuni giorni fa anche la moglie del pilota, ovvero Corinne, a pochi giorni dal sesto anniversario dell’incidente del marito, aveva scritto sui social un post che faceva ben sperare. «Le grandi cose iniziano con piccoli passi», avrebbe detto la donna ai tifosi del marito, mantenendo però sempre il massimo riserbo.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *